Archivi dei Tag: marina-marazza

Amicizia e avventura nell’avvincente romanzo per ragazzi ‘L’Uomo del sogno’

Sogno. Quella serie di immagini che scorrono rapide nella nostra mente, come la pellicola velocizzata di un film. Che invadono i nostri sonni facendoci vibrare di paura o di felicità o, altresì, che si materializzano davanti ai nostri occhi aperti come possibili mondi fantasiosi. Generato da passate memorie inconsce o da una futuristica fervente immaginazione: il sogno è vivo ed …

Sapere di più »

Nel libro di Capodanno e Marazza la toccante storia della Kennedy nascosta

Una farfalla di un intenso azzurro sfumato, che agita vorticosamente le sue splendide ali ma non riesce mai a volare. Una rosa bianca che spunta nel mezzo di un grigio rovo irto di spine, recisa troppo presto, destinata a incurvarsi su sé stessa ma a non seccare mai e a non perdere il suo delizioso profumo. Quel medesimo fiore che …

Sapere di più »

La moglie di Dante al centro del nuovo romanzo di Marina Marazza

Un caotico vociare femmineo dirompe, stentoreo e turbinoso, da settecento anni. Quei variegati e molteplici toni che dalla composta melodia della Commedia fuorescon soavi e accesi, lievi e urlanti, colpendo il nostro udire sordo e i nostri animi dormienti. Camilla, Semiramide, Didone, Cleopatra, Elena, Penelope, Circe, Francesca, Pia de’ Tolomei, Lucia, Sapìa di Siena, Piccarda, Matelda, Costanza, Beatrice, Maria Vergine… …

Sapere di più »

Nell’ultimo libro di Marina Marazza la vera storia della figlia della Monaca di Monza

“Miserere mei, deus, secundum magnam misericordiam tua”…pietà di me, o Dio, per la tua grande misericordia! Un grido viscerale di indulgenza consolatoria e salvezza espiativa. Che rimbomba tra le peccaminose pareti del convento di clausura; nei cuori appassionati e palpitanti di impossibile amore di Marianna de  Leyva  (suor Virginia, meglio conosciuta come la Monaca di Monza!) e di Gian Paolo …

Sapere di più »

Caterina da Broni raccontata da Marina Marazza nel romanzo ‘Io sono la strega’

Sabato 4 marzo 1617, venerdì 13 novembre 2020. Quanti secolari decenni sono passati da quel fatidico giorno che segna la fine di un processo epocale per la Milano ed il mondo di allora, intrisi di superstizioni, credenze “popolari” al limite del “fiabesco”, riti scaramantici. E dove il confine tra il bene ed il male è labile e nebuloso, come le …

Sapere di più »