Archivi dei Tag: ciemme

Osservatorio. Comunali Sesto, che immensa tristezza quei festeggiamenti …

Navigando in internet, in particolare analizzando la rassegna stampa, mi sono imbattuto in un filmato avente per soggetto i festeggiamenti per la vittoria elettorale del centro-destra a Sesto San Giovanni. Tanti anni fa un signore poco raccomandabile e che tra l’altro ha lasciato l’Italia in un cumulo di macerie aveva minacciato di trasformare il parlamento in un bivacco delle camicie …

Sapere di più »

Cento anni dalla nascita di Berlinguer

Di Enrico Berlinguer si ricorda, dopo il colpo di stato in Cile del settembre del 1973, il lancio della strategia del compromesso storico, che altro non era che un governo formato da tutte le forze politiche popolari, cattoliche, socialiste e comuniste. Un sistema di governo dove come si vede non era prevista una opposizione e una alternanza. Una idea di …

Sapere di più »

Osservatorio, il populismo nemico dell’Europa portatrice di civiltà

Prima Joe Biden e poi Emmanuel Macron sono stati i protagonisti di due ampie vittorie popolari a seguito delle quali i sostenitori di una prospettiva democratica e liberale hanno potuto prevalere sui vari populismi e sovranismi fino ad ora dilaganti nel mondo occidentale. Dopo gli anni bui, cominciati con la Brexit e continuati con Trump e poi con la sconfitta …

Sapere di più »

Osservatorio. Il Quirinale e la chimera della ‘larga convergenza’

Enrico Letta ha chiuso la direzione del suo partito con la proposta di un patto di legislatura che preveda anche l’elezione di un presidente della repubblica condiviso. Che Berlusconi non lo sia è evidente a tutti ma insistere sulla condivisione può diventare un argomento facilmente contestabile. A proposito di esperienze passate Paolo Mieli ha ricordato che anche l‘idea di Bersani …

Sapere di più »

Osservatorio. Berlusconi al Quirinale?

La sfida del cavaliere per il Quirinale non ha nulla di razionale: non fa bene all’Italia, non fa bene al suo partito e, oltretutto, non fa bene nemmeno allo stesso Berlusconi. La visibilità e centralità che il leader di Forza Italia ha conquistato in questi mesi avrebbe potuto essere spesa in altro modo, far crescere e rendere autonoma l’area moderata …

Sapere di più »

Osservatorio/ Un giornale, un’epoca

L’Avanti! compie 125 anni. E’ sicuramente uno dei giornali più importanti della storia politica italiana. Pubblicato per la prima volta a Roma nel giorno di Natale del 1896 in seguito allo straordinario risultato elettorale ottenuto dal partito socialista nelle elezioni del 1895, il quotidiano diventerà da allora un punto di riferimento irrinunciabile all’interno del dibattito politico e culturale italiano, raccogliendo nelle …

Sapere di più »

Osservatorio/ Ma adesso diventano anche socialisti? 

Una volta si diceva: “la sai l’ultima?” Sì perché questa ha proprio il sapore di una barzelletta. Di che si tratta? Sotto la regia dei maggiorenti del PD Di Maio e poi Conte hanno manifestato il proposito di aderire al gruppo parlamentare europeo socialista, e forse anche al Pes (Partito Socialista Europeo). Nessuna meraviglia. Per Conte un governo con Salvini o …

Sapere di più »

Milano, verso le elezioni  

Le prossime elezione comunali del 3-4 ottobre hanno per Roma e Milano significato completamente diverso. Per Roma i cittadini dovranno scegliere chi governerà la città nei prossimi 5 anni. Una scelta non facile visto i disastri che hanno combinato tutte le amministrazioni precedenti, nell’ordine sinistra, destra, cinque stelle. Per Milano invece il voto può significare qualcosa di diverso. Oltre a …

Sapere di più »

Reddito di cittadinanza e rischio di una guerra ideologica

Il Centrodestra vorrebbe abolirlo. Renzi propone un referendum abrogativo. Il Pd è disponibile a una revisione, i Cinque Stelle ne fanno una questione di vita o di morte. Sul reddito di cittadinanza rischia di aprirsi una guerra ideologica, capace di avvelenare il percorso della prossima legge di bilancio. Non si capisce perché in Italia le politiche contro la povertà debbano …

Sapere di più »

Osservatorio: Grillo non è più l’intoccabile

Conte dice di Grillo: «Beppe ha fatto la sua scelta, essere il padre padrone della sua creatura». Il fondatore del M5S si giustifica: «Non sono un padre padrone, ma un papà con il cuore in mano». Per la prima volta Grillo è costretto a difendersi e non ad attaccare come al solito. L’Elevato, come si definiva fino a poco tempo …

Sapere di più »