Lavoro

Fase2, Confcommercio: 30% delle Pmi teme chiusura definitiva

A due settimane dall’avvio della Fase 2, delle quasi 800 mila imprese del commercio e dei servizi che sono potute ripartire, l’82% ha riaperto l’attività: il 94% nel settore abbigliamento e calzature, l’86% in altre attività del commercio e dei servizi ma solo il 73% dei bar e ristoranti. E’ il dato che emerge da un’indagine di Confcommercio, in collaborazione …

Sapere di più »

Bar e ristoranti, nessun costo per l’occupazione suolo pubblico

Misure eccezionali per una ripartenza sicura. La giunta comunale di Sesto San Giovanni ha approvato un provvedimento straordinario a favore delle imprese della città per sostenerle nella Fase 2, dando il via libera alle occupazioni di suolo pubblico senza nessun aggravio di costi per le attività commerciali anche oltre i limiti previsti da quanto già concesso agli esercenti. Grazie a …

Sapere di più »

Coronavirus, Unione Artigiani: allarme imprese sul fronte cassa integrazione

Allarme imprese sul fronte cassa integrazione e licenziamenti causa crisi Coronavirus. Con il Decreto Rilancio è stato disposto infatti che le aziende che stanno usufruendo della cassa integrazione da marzo potranno continuare a farlo solo fino a metà giugno. D’altro canto, sempre il Decreto vieta i licenziamenti per crisi aziendali dovute all’emergenza Covid-19 da oggi fino al 17 agosto. “Il combinato disposto …

Sapere di più »

Riaperture 18 maggio, soddisfatta l’Unione artigiani

“Una vittoria di squadra, ottenuta con determinazione  e coraggio nell’interesse degli artigiani.”. L’Unione Artigiani di Milano e di Monza-Brianza accoglie con entusiasmo la notizia che il Governo, recependo le richieste formulate dalle Regioni e dalle associazioni di categoria con Unione Artigiani capofila, ha dato il via libera alle riaperture di parrucchieri, estetisti, bar e ristoranti a partire dal 18 maggio. “Soprattutto per …

Sapere di più »

Confcommercio Lombardia: riaperture con regole certe

Le imprese devono poter riaprire velocemente e in sicurezza, ma con regole certe, facilmente applicabili e sostenibili. E’ quanto chiede Confcommercio Lombardia in vista delle imminenti riaperture di molte imprese del commercio e dei servizi previste per il 18 maggio. Confcommercio Lombardia ha sollevato il tema delle regole, e di come queste possano essere concretamente applicate dalle imprese. E’ quindi necessario sapere se …

Sapere di più »

Ambulanti Confcommercio: quali sono i criteri per la ripartenza?

Alla vigilia del 18 maggio, dopo l’avvio in Lombardia – con la “Fase 2”dell’emergenza Covid-19 –  dei mercati ambulanti in sicurezza per una parte dei banchi alimentari, regna ancora molta incertezza su come debbano ripartire tutti gli operatori dell’ambulantato. “A Milano ci sono 3mila ambulanti, oltre 6mila in Lombardia – spiega Giacomo Errico, presidente di Apeca (Confcommercio Milano) e Fiva Confcommercio …

Sapere di più »

Lavoro, Bofrost cerca personale: 300 posizioni aperte

Bofrost Italia, importante azienda italiana della vendita a domicilio di specialità alimentari surgelate e fresche, è alla ricerca di 300 persone per ampliare il proprio organico. L’azienda prevede di inserire due tipi di figure: venditori (assunti con CCNL Commercio), che a bordo dei mezzi refrigerati visiteranno a domicilio i propri clienti fidelizzati e nuovi, per poterli assistere nella scelta dei …

Sapere di più »

Edilizia, l’ipotesi ecobonus 110% non piace agli artigiani

“Un bazooka contro gli artigiani del settore costruzioni, altro che favorire il rilancio dell’edilizia”. Dura reazione di Artigiani di Milano e Monza-Brianza di fronte alle ipotesi che stanno circolando circa la possibile introduzione nell’atteso Decreto Aprile di un ecobonus edilizia del 110% destinato ad incentivare interventi di risparmio energetico, installazione di pannelli fotovoltaici e adeguamenti antisismici. Secondo indiscrezioni, il Governo introdurrebbe il …

Sapere di più »

Crisi Covid19, indagine su 600 artigiani: serve liquidità per tornare a fatturare

Le imprese artigiane di Milano e di Monza Brianza prevedono pesanti cali di fatturato quest’anno a causa dell’emergenza coronavirus, la metà di esse addirittura superiori al 50%. Contano però di recuperare la clientela persa entro la fine del 2021, ma necessitano di liquidità prima di tornare a fatturare e usufruiranno di finanziamenti e di agevolazioni statali. Questo il quadro offerto …

Sapere di più »

Lockdown, Confcommercio: 25% delle imprese più piccole a rischio chiusura

A Milano, Monza Brianza e Lodi, nell’intero 2020, il commercio al dettaglio chiuso ora per il lockdown imposto dall’emergenza sanitaria Covid-19 pagherà un conto pesantissimo con una perdita di 4,9 miliardi di euro del volume d’affari: – 40% rispetto a una situazione di normalità. 4,2 miliardi soltanto a Milano e Città Metropolitana. La stima è dell’Ufficio studi della Confcommercio milanese …

Sapere di più »