Istituto Spinelli, annullato l’incontro organizzato per la ‘Giornata dell’Europa’

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Presidio per la Pace a seguito dell’incontro di  mercoledì 8 maggio con la dirigente scolastica e gli studenti dell’Istituto Altiero Spinelli di Sesto San Giovanni (leggi gli articoli precedenti).  

“La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano.”
(Dichiarazione Schuman, 9 Maggio 1950)

Il Presidio per la Pace ha sempre convintamente sostenuto che il dialogo, a tutti i livelli, è la via della pace: non la chiusura rigida nelle proprie idee, non le prese di posizione manipolate dal consenso o da interessi di parte, non la costruzione di un nemico a tutti i costi, non la violenza … ma la possibilità di condividere un sentire profondo che, nel rispetto reciproco, cerca di costruire il bene per tutti.
Per questo abbiamo accolto con favore l’invito della Preside Concetta Luppino dell’Istituto Altiero Spinelli che, a seguito della nostra Lettera Aperta, ci ha proposto di incontrare lei e gli studenti che si erano coinvolti attivamente nella preparazione del Convegno sull’Europa per un confronto e per ragionare sulla nostra proposta di riformulare l’iniziativa con altri relatori.
L’incontro è avvenuto la mattina di mercoledì 8 maggio.
Noi abbiamo evidenziato che non ci ha mosso un intento di censura, né la supponenza di chi ritiene di avere la verità in mano, ma  innanzitutto  il  desiderio di esprimere una seria preoccupazione  e  di condividere  un  messaggio:  e  cioè che sulle questioni  decisive , come il presente e il futuro dell’Europa, la guerra e la costruzione della pace, l’avvento dell’IA … è fondamentale rifuggire le semplificazioni e le strumentalizzazioni e occorra invece costruire un dibattito alto, capace di uno sguardo critico, problematico, complesso. Questo è il compito della scuola!
La Preside e poi anche i ragazzi hanno spiegato la genesi dell’iniziativa, nata primariamente dal protagonismo , molto apprezzabile, degli studenti e dal loro desiderio di costruire ogni anno un Altiero Spinelli day sul senso dell’Europa (questo sarebbe stato il secondo anno). Abbiamo appreso che all’iniziativa era stato invitato anche il Ministro Valditara che però ha declinato per impegni. Tutti erano consapevoli del rischio di invitati politici e i ragazzi, in particolare, hanno ammesso di aver sottovalutato la possibile strumentalizzazione legata alla partecipazione all’incontro dei candidati alle Europee; ma hanno anche ribadito che la loro intenzione era solo educativa e volevano contribuire a fornire informazioni senza indirizzare a scelte partitiche.
La scelta di affidare l’argomento dell’IA al dirigente di Leonardo è stata fatta invece dalla Preside perché Leonardo collabora già attivamente in progetti all’interno della scuola.
Al termine ci hanno comunicato che a fronte del clamore suscitato e dell’attenzione che l’iniziativa ha destato e per evitare strumentalizzazioni elettorali, hanno deciso di spostare l’iniziativa in un’altra data, settembre o oltre, arricchendo l’elenco degli ospiti da invitare.
In questa direzione rimaniamo dell’avviso che il legame con Leonardo sia problematico perché l’industria bellica NON è un’industria come le altre e la ricerca militare NON è un ambito di ricerca come gli altri.
Questo non è certo il primo caso in cui si assiste alla presenza di realtà militari e affini nella scuola; a livello nazionale è nato anche un Osservatorio sulla militarizzazione delle scuole. Riteniamo che faccia parte di una deriva culturale e mediatica in cui la guerra è da considerarsi un evento “normale”; una deriva contro cui ci sentiamo impegnati a vigilare.
In conclusione, crediamo che quanto avvenuto sia stata una bella pagina di dialogo!
Se pure ora i ragazzi si troveranno senza il momento celebrativo sull’Europa che avevano pensato, noi crediamo sinceramente che lo spirito con cui si è vissuto questo confronto corrisponda esattamente alla radice della storia europea e dei suoi valori.
La democrazia si costruisce attraverso la partecipazione attiva e il confronto!
Grazie allora ai nostri interlocutori!”.

Il Presidio per la Pace

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Raccolta differenziata, Sangalli e Comune offrono formazione alle scuole

Per interiorizzare una gestione sostenibile dei rifiuti occorre iniziare dagli studenti, consolidare le loro conoscenze …

Lascia un commento