Nonni 2.0, tra i premiati anche l’esercente sestese Vittoria Randazzo

Prime dieci candeline per Nonni 2.0, l’Associazione nata nel 2014 con lo scopo di rafforzare il ruolo dei nonni come custodi della memoria, in famiglia e nella società.
Per celebrare questo primo importante traguardo si è deciso di istituire il premio ‘Nonno dell’Anno’, un riconoscimento volto a segnalare la presenza di nonne e nonni che si sono impegnati in modo significativo nello svolgimento di una funzione e di un compito che si stanno rivelando sempre più utili per l’intera società.
Ben dieci i riconoscimenti che saranno assegnati sabato 11 maggio nella prestigiosa cornice del centro culturale milanese Rosetum, inaugurato nel 1957 da Maria Callas.
Tra i premiati anche l’esercente sestese Pina Vittoria Randazzo (nella foto), titolare di Aladino, l’azienda sestese specializzata nella vendita e produzione di lampadari e articoli per l’illuminazione.

Vittoria Randazzo

Una guida preziosa, quella della signora Randazzo, che in tanti anni di attività ha saputo garantire la continuità, il passaggio generazionale (grazie al figlio Mauro e ai nipoti), ma anche l’innovazione di una attività commerciale diventata un prezioso punto di riferimento per Sesto San Giovanni e la Città Metropolitana di Milano.
La cerimonia di premiazione sarà preceduta da un convegno nel corso del quale si approfondiranno le ragioni dell’esistenza e dell’azione dell’associazione, che, nel prossimo triennio, si impegnerà a favorire la nascita di una vera e propria ‘alleanza tra generazioni’, con particolare riferimento ai temi dell’educazione, della tutela della vita, dei problemi creati dalla AI (intelligenza artificiale), della legge sugli anziani e della casa.
Coordinato da Emanuele Boffi, direttore di Tempi,  il convegno vedrà intervenire il Presidente dell’associazione Peppino Zola, Donatella Bramanti (Professore Ordinario di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi), Emilio Didonè (Segretario Generale Federazione Nazionale Pensionati CISL).

A seguire l’elenco dei premiati:
-Christine Mankam Sikombe, che ha accompagnato in Italia dal Camerun una nipote gravemente ammalata seguendola nel suo percorso clinico.
-Pina Vittoria Randazzo, artigiana, che ha tenuto insieme, nella stessa azienda, figli e nipoti (3 generazioni).
-Luisa e Pietro Carena, una famiglia che, vivendo l’esperienza di Nomadelfia, ha aiutato 46 nipoti.
-Antonio Mandelli, nonno di 30 nipoti e bisnonno di 2 pronipoti, gestore di scuole e brillante manager. 
-Lucia Scolari e Patrizia Vergani, che hanno aiutato a nascere migliaia di bambine e bambini.

Riconoscimenti alla memoria:
-Plinio Agostoni, mancato mentre svolgeva le funzioni di Presidente dell’Assolombarda di Lecco e Sondrio.
-Paolo De Carli, notaio e docente universitario, molto creativo nello stabilire rapporti con i nipoti.
-Alda Vanoni (vedova De Carli) ex magistrato e fondatrice dell’Associazione ‘Famiglie per l’Accoglienza’.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Il talento dei giovani dei centri CNOS FAP protagonista dell’Esposizione dei Capolavori

Il Centro di Formazione Professionale dei Salesiani di Sesto San Giovanni ospiterà l’Esposizione dei Capolavori …

Lascia un commento