‘Guido Ceretti. Rivoluzionario, eterno ribelle’ protagonista del prossimo incontro di Libri in Villa

E’ un sodalizio prezioso quello che unisce Athos Geminiani e Lucia Perazzoli. Nella vita e nella scrittura. Un sodalizio da cui è nato anche il libro ‘Guido Ceretti. Rivoluzionario, eterno ribelle. Vol. 2: 1914-1919’ (Pezzini editore).
Pubblicato in autunno, il libro sarà protagonista venerdì 7 maggio della rassegna culturale ‘Libri in Villa’, organizzata dal settore Cultura del Comune e dalla Biblioteca in collaborazione con Sesto Proloco e l’Università della Terza Età di Sesto San Giovanni.
In Villa Mylius gli autori presenteranno il libro  dialogando con Dario Cosi, vicepresidente della Proloco e docente presso l’UTE cittadina. Al centro del volume la figura del giornalista Guido Ceretti. Nato a Mirandola (MO), emigrò giovanissimo nella Svizzera tedesca dove iniziò a scrivere per L’indicatore mirandolese.
Rientrato in Italia nel 1904, arrivò a Sesto nel 1909 dove inizialmente trovò lavoro come portinaio alla Vetreria Betti, una delle più antiche aziende della città.
Successivamente iniziò a collaborare con La Brianza, ma sarà solo con il suo periodico ‘Il Domani’ che il giornalista metterà in luce le diverse sfumature della realtà sestese: dagli scioperi agli infortuni nelle fabbriche, dalla lotta politica amministrativa alla guerra, dal lavoro minorile alla carenza di abitazioni, dall’assenza di strutture sanitarie alle denunce di un ambiente insalubre.
In questo secondo volume Geminiani e Perazzoli raccontano delle difficoltà in cui si trovò a vivere la popolazione di Sesto durante il periodo della ‘grande guerra’. Investito da una forte industrializzazione, il paese subiva in quell’inizio 1914 una profonda crisi del lavoro a causa della mancanza di commesse, con la conseguente chiusura di fabbriche e le inevitabili e molteplici proteste dei tanti disoccupati.
Appuntamento con gli autori venerdì 7 maggio alle 21 in Villa Mylius (largo Lamarmora) a Sesto San Giovanni.

Athos Geminiani è stato un correttore di bozze, archivista e cronista de l’Unità di Milano; Lucia Perazzoli è stata insegnante elementare, insieme hanno scritto e pubblicato numerosi volumi molti dei quali dedicati alla nostra città. Ma non solo, ultimo in ordine è il  romanzo ‘L’odore delle cipolle e dei cavoli cotti’, pubblicato nel marzo 2024 da Pezzini Editore.
Nel 2010 i due autori sono stati selezionati al concorso letterario “Ciro Principessa” a cui è seguita la pubblicazione de ‘Sangue rosso lame nere’, Odradek editore.
Fra le realizzazioni a stampa si annovera inoltre la collaborazione con il Centro culturale ‘Il Sestante’ per la pubblicazione de Antologia per una città 1987, ‘Il segno e la scrittura’ 1996 e L’irreale realtà ovvero la realtà dell’irreale 2003, nonché la partecipazione per la realizzazione di ‘Sesto San Giovanni – Storia, Arte e Cultura’, 1989 MCG Group Edizioni. 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Anche la Corale Ponchielli alla Rassegna delle corali UTE

Appuntamento martedì 14 maggio, dalle 15.00, al Cine-Teatro PAX di Cinisello Balsamo con la Rassegna …

Lascia un commento