Al Palasport di Carugate inaugurato il progetto sociale europeo Advan +Age

Da sin. Flavio D’Annunzio, presidente e fondatore di Ad Astra, Marco Miotti, Andrea Lucchetta, Lorenzo Fagnani, allenatore di Ad Astra, Mario Barbiero

Alzate, muri, schiacciate, bagher e palleggi… un allenamento senza un attimo di respiro, ma con tanto divertimento e voglia di stare insieme, quello vissuto dalle ragazze e dai ragazzi della squadra Ad Astra Novegro, in una giornata davvero speciale e densa di emozioni.
Lunedì 25 marzo presso il Palasport di Carugate si è svolta l’inaugurazione ufficiale di Advan+AGE, il progetto di inclusione sociale attraverso la pallavolo, approvato e finanziato dall’Unione Europea e organizzato dalla Federazione Nazionale Italiana Pallavolo.
Advan+AGE è un innovativo programma rivolto agli adolescenti, soprattutto provenienti da contesti socio-economici complessi, che passa attraverso la pallavolo, con tecniche inclusive e divertenti, ma abbraccia anche altri due aspetti educativi: l’abitudine a uno stile alimentare sano e il rispetto dell’ambiente. La società Ad Astra Volley di Sesto San Giovanni ha aderito con la sua squadra inclusiva, composta da giovanissimi di diverse etnie, residenti a Novegro, che si allenano insieme già da ottobre 2023.
Hanno presenziano all’evento diverse autorità federali e istituzionali: Claudia Giordani, Vicepresidente del CONI, Piero Cezza, Presidente Fipav Lombardia, Massimo Sala, Presidente Fipav CT Milano-Monza-Lecco, Marco Riboldi, Assessore allo Sport del Comune di Carugate, Roberto Bonato, consigliere comunale di Sesto San Giovanni, Mario Barbiero, allenatore di Serie A e docente Fipav, Marco Miotti, responsabile Fipav per i progetti europei, Michele Fanni, allenatore Club Italia e Nazionale Pallavolo Under18, don Norberto Brigatti, parroco di Novegro, e tutto lo staff di Ad Astra.
Testimonial d’eccezione, speaker e mattatore dell’evento Andrea “Lucky” Lucchetta, che ha spiegato al pubblico il progetto e coinvolto i giovani giocatori, supportandoli nell’allenamento, e tutti i presenti, con la sua verve travolgente e la pungente ironia.
Al pubblico di familiari, amici, sostenitori e semplici appassionati sono stati regalati le magliette e i gadget appositamente realizzati dalla Fipav, a ricordo di una giornata che ha dimostrato, ancora una volta, come lo sport costruisce ponti, annulla le differenze, fa nascere amicizie profonde.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Festa del rugby a Cologno, presenti anche gli U12 Granchi Blu 

Sabato 24 febbraio il maltempo non ha fermato la voglia di giocare a rugby degli …

Lascia un commento