Con l’APS Lem tante attività per favorire l’aggregazione dei giovani nello spettro autistico

Un momento dell’Aspiecafè presso l’APS LEM

Entra nel vivo ‘In&Aut – Inclusione e Autismo’, il progetto realizzato grazie a fondi di Regione Lombardia, in collaborazione con i Comuni di Sesto San Giovanni e Cologno Monzese.
L’Ambito territoriale di Sesto si è candidato come Capofila presentando il progetto in partnership con Fondazione La Pelucca e Associazione LEM e ottenendo un finanziamento di € 118.767,00 (su un valore complessivo di  € 149.290,00).
A curare la progettualità legata alla fascia adolescenti e giovani adulti è l’APS LEM, operativa a Sesto San Giovanni dal 2015 e proveniente dalla lunga esperienza del Gruppo Asperger Onlus, di cui è rappresentante regionale.
“Le attività finanziate dal progetto In&Aut – spiegano dalla associazione, attiva sul territorio anche con il suo sportello di ascolto per i ragazzi autistici e le loro famiglie – sono iniziate già lo scorso maggio con i laboratori dedicati ai più grandi, che si svolgono nell’ambito dell’’Aspiecafè’, con i suoi vari laboratori (Pratica filosofica, Teatro, Club della lettura, Disegno e pittura) e con la Gioteca, il nostro laboratorio dedicato al gioco da tavolo finalizzato all’allenamento delle capacità di socialità e di attenzione”.
Il progetto ha consentito all’associazione di dare continuità al lavoro portato avanti da anni per favorire l’aggregazione di giovani nello spettro autistico, ampliando la diffusione ai giovani del territorio comunale, grazie all’impulso dato dal progetto ‘In&Aut’.
“Abbiamo anche potuto ampliare l’offerta con il nuovo laboratorio ‘Scacchi e filosofia’ e con la proposta di uscite sul territorio a carattere culturale-ricreativo – aggiungono -. Sono inoltre ripartiti sabato 20 gennaio gli incontri dedicati al laboratorio per le famiglie ‘Family coaching’. Un’attività anch’essa in continuità con il progetto finanziato in una precedente edizione da Fondazione Comunitaria Nord Milano. L’attività di gruppo, gestito da psicologhe specializzate in autismo e da ‘genitori esperti’ vuole essere di aiuto alle famiglie nell’approfondire la conoscenza delle caratteristiche dello spettro autistico, migliorare le competenze educative/relazionali per favorire l’autonomia e la realizzazione personale dei figli e anche per migliorare la qualità della vita familiare”.
Nel mese di febbraio partirà un Laboratorio di potenziamento delle abilità sociali per i bambini dai 6 agli 11 anni (‘Viaggiamo insieme!’), con un gruppo di 8-10 partecipanti come numero massimo, progettato e condotto da una psicologa e pedagogista esperte in autismo. “Stiamo raccogliendo in questo periodo le domande di partecipazione, pervenute grazie ai servizi sociali del comune, coordinati dai referenti del settore socio educativo. A seguire, avvieremo un analogo laboratorio dedicato agli adolescenti: ‘Prove di connessione’, sotto la guida di una psicologa, di una pedagogista e di un’attrice insegnante di teatro”.
All’inizio del prossimo anno scolastico saranno invece realizzati alcuni eventi formativi rivolti a insegnanti ed educatori, tenuti da personale specializzato. Sta invece per partire l’attività ‘Facciamo volontariato?’ in collaborazione con l’associazione Sconfinando, rivolta a giovani entro i 21 anni.
“Confidiamo – concludono dalla associazione  – che il territorio recepisca appieno la valenza del progetto e si realizzi la possibilità di una vera inclusione tra le persone autistiche che rappresentano la realtà della nostra associazione e la popolazione. Speriamo inoltre di riuscire ad arrivare alle fasce più difficilmente raggiungibili, i giovani che non necessitano di un sostegno in ambito scolastico e non comunicano quindi la loro diagnosi, ma affrontano comunque difficoltà di tipo sociale”.
Per informazioni: Aps LEM via Pirandello 84/E mail: info@lem-aps.orgwww.facebook.com/LEM.Associazione.Promozione.Sociale/

 

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Cinema Rondinella, chiusura estiva per lavori

In questi giorni chi passa davanti al Cinema Rondinella avrà notato il cartello di chiusura …

Lascia un commento