Disability Manager, M5S Sesto: a che punto siamo a Sesto?

Disability Manager a Sesto San Giovanni che fine ha fatto? A porsi la domanda è il Gruppo consiliare del MoVimento Cinque Stelle.
“Oggi, 3 dicembre, è la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità – si legge in una nota del gruppo -. Nel 2019 il consigliere del Movimento 5 Stelle Vincenzo Di Cristo (scomparso nel 2021, ndr) aveva presentato una mozione per istituire anche nel nostro Comune la figura del Disability Manager, approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale.
Sempre nel 2019, Vincenzo aveva presentato un’interrogazione per sollecitare una risposta in merito e nel  2020 scrisse anche al  Prefetto… Ma ad oggi ancora nulla si muove”.
Il disability manager è la figura che interviene nell’ambito del processo di inserimento, inclusione e integrazione socio-lavorativa delle persone con problemi di salute ed in condizione di fragilità all’interno degli enti e delle imprese pubbliche e private. “Sarebbe di grande aiuto ai tanti disabili che vogliono vivere una vita indipendente nella nostra città – continuano dal M5S Sesto -. La componente civica dell’attuale  maggioranza ha sempre dichiarato di porre grande attenzione ai temi della disabilità, quindi ci chiediamo come mai, dopo 4 anni, il bando per individuare questa figura non sia ancora stato fatto, considerato anche che le sono stati garantiti due incarichi importanti (l’assessorato ai Servizi Sociali e il ruolo di Vicesindaco), che le consentirebbero di concretizzare quanto già deciso in Consiglio Comunale.
Come MoVimento 5 Stelle di Sesto – concludono – pensiamo che sia fondamentale tutelare una categoria così fragile  come quella delle persone con disabilità e che Sesto San Giovanni non si possa più permettere di lasciarla indietro.
Si tratterebbe solo di istituire il bando, non capiamo quali siano le  difficoltà.
Chiediamo quindi che a breve si porti a compimento quanto deciso già 4 anni fa”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio/ Protesta dei trattori e Governo, qualche domanda …

Il massiccio schieramento del governo davanti alle associazioni agricole a seguito della ‘protesta dei trattori’ …

Lascia un commento