Gianmaria Vincelli, Serhii Zeleskyi e Roberto Di Stefano a Bruxelles

Bridges of Trust, anche una delegazione sestese al primo incontro annuale a Bruxelles

Breve trasferta a Bruxelles per il sindaco Roberto Di Stefano e il Presidente della Consulta delle Imprese Gianmaria Vincelli, recatisi in Belgio insieme al  sindaco di Lozova, Serhii Zeleskyi, al Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CERM) per partecipare mercoledì 8 novembre al primo incontro annuale ‘Bridges of Trust’.
“E’ stato un grandissimo onore – spiega Gianmaria Vincelli – ricevere l’invito a partecipare al convegno presso la Casa delle Città, dei Comuni e delle Regioni, un momento significativo per la cooperazione tra i Comuni ucraini ed europei”.
La partecipazione all’incontro rappresenta un ulteriore tassello del bando europeo Bridges of Trust (Ponti di Fiducia),  un progetto fortemente voluto dall’Unione Europea per aiutare a ricostruire l’Ucraina attraverso accordi internazionali tra comuni ucraini e dell’Unione Europea.
Lozova, città dell’oblast’ di Charkiv, nella parte orientale dell’Ucraina, è il territorio con cui il Comune di Sesto San Giovanni sta intrattenendo i rapporti per una prossima collaborazione post bellica.
“La mia esperienza personale in questo progetto è iniziata lo scorso anno, con un bando sul progetto di ricostruzione dell’Ucraina, Bridges of Trust, promosso da CEMR e AUC – ha ricordato Gianmaria Vincelli, prendendo la parola durante il suo intervento al convegno -. Ho cominciato a parlarne con il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, che ha subito accolto positivamente questa iniziativa. Siamo stati la prima città in Italia a parlare di Bridges of Trust, e siamo fortemente determinati a impegnarci in questo progetto, per gettare le basi per una cooperazione tra Italia e Ucraina per la ricostruzione ucraina”.
Il consigliere comunale sestese si è poi soffermato sui successivi passaggi del progetto: dalla programmazione di una call, in collaborazione con il management di U-Lead, con gli amministratori locali ucraini di Lozova, Pervomaiskyi e Rommy, all’incontro a Sesto San Giovanni del 14 e 15 giugno scorso.
“Durante queste due intense giornate abbiamo avuto modo di presentare alla delegazione ucraina in visita a Sesto le nostre realtà locali di rilievo:  l’Istituto dei Salesiani delle Opere Sociali don Bosco, il Centro Sportivo Pro Sesto, la Biblioteca Pertini. E la BioPlatform di Sesto San Giovanni, un progetto di simbiosi industriale che sta trasformando le strutture esistenti costituite da un termovalorizzatore e un depuratore in una biopiattaforma dedicata all’economia circolare carbon neutral. Al termine di questi giorni – ha concluso Vincelli – abbiamo presentato in sala consiliare il nostro progetto Area-Falck Marelli-Vulcano. Anche in questo frangente  l’interesse degli amministratori ucraini è stato elevato”.
L’intervento del consigliere comunale sestese è terminato con un augurio: “Speriamo che questa guerra finisca presto, per poter iniziare finalmente a lavorare insieme per un nuovo inizio dell’Ucraina”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Paderno più verde e sicura con il Progetto Città metropolitana Spugna

Un ambizioso piano per contrastare gli allagamenti causati da nubifragi e bombe d’acqua, che sempre …

Lascia un commento