Mercato immobiliare, la Città Metropolitana “attira” acquirenti da Milano città

Nel primo semestre del 2023, nel settore residenziale, il mercato immobiliare della Città Metropolitana è stato caratterizzato da una particolare domanda proveniente da Milano città. Lo rileva FIMAA Milano Lodi Monza Brianza.
I prezzi inferiori e la disponibilità di nuove abitazioni hanno interessato soprattutto acquirenti giovani, che hanno scelto i Comuni meglio serviti dalla metropolitana e dalla ferrovia” spiega Flavio Bassanini, vicepresidente vicario FIMAA MiLoMB e Coordinatore Rilevatori Città Metropolitana di Milano, “Ha inoltre influito – prosegue – il mancato rientro a tempo pieno negli uffici, facendo apprezzare abitazioni di metratura comoda, con spazi aperti come terrazzi e giardini”. L’aumento medio dei prezzi delle nuove costruzioni in alcuni Comuni di rilievo della Città Metropolitana oscilla, a titolo di esempio, tra il +2% di Magenta, al +3% di Bresso,  al + 3,5% di Buccinasco, al +4% di Melzo, 4,5% di Rho e al +5% di San Donato Milanese.
I prezzi nei primi mesi dell’anno “hanno subito un rialzo – osserva Bassanini – ed anche gli scambi hanno raggiunto cifre soddisfacenti. Ma verso la fine del semestre “Il mercato ha registrato però una frenata a seguito dell’aumento repentino dei tassi d’interesse dei mutui, sommato all’attuale indice d’inflazione”.
Difficoltà, infine, per il settore delle locazioni, con richiesta elevata, poca offerta e, di conseguenza, prezzi in salita.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

UniAbita e sostenibilità: torna il festival ‘Generazioni’

Torna “Generazioni-Comunità sostenibili per abitare il futuro”, il festival organizzato da UniAbita tra le sale …

Lascia un commento