Città della Salute, al via il cantiere a lungo atteso 

“Una giornata storica non solo per Sesto San Giovanni e Regione Lombardia ma soprattutto per il sistema paese. Con la consegna del cantiere si dà ufficialmente avvio ai lavori per realizzare la “Città della Salute e della Ricerca”.
Così il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano sull’avvio giovedì 27 luglio del cantiere della Città della Salute e della Ricerca sulle aree ex Falck.
Presente alla consegna dei lavori per la realizzazione della CdSR al Concessionario anche il  presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana. 
Nell’area di oltre 200mila metri quadrati verranno realizzati 119 ambulatori, 20 sale operatorie, 42 laboratori, 660 posti letto per una previsione di 24mila ricoveri all’anno e oltre un milione e mezzo di esami e prestazioni ambulatoriali annuali, dando lavoro ad oltre 3000 medici, infermieri e altro personale sanitario.
“La realizzazione del maxi-polo sanitario – continua Di Stefano – lancia il Nord Milano nel mondo delle eccellenze mediche internazionali e fornisce un’importante risposta, che abbiamo voluto dare con forza insieme a Regione Lombardia, dopo il periodo difficile del Covid. La Città della Salute e della Ricerca sarà dunque polo ospedaliero sanitario di ricerca clinica e formazione, unico in Italia e tra i principali a livello europeo, che ricomprenderà due grandissime eccellenze sanitarie pubbliche, la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e la Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, ed opererà in sinergia con la rete ospedaliera esistente, attivando un insieme di servizi integrati. A dare un’accelerazione importante all’avvio del cantiere ha sicuramente contribuito l’ingresso dentro CISAR di Sorgente Group, guidata da Valter Mainetti, che con la maggioranza delle quote garantirà una stabilità nelle scelte e renderà più veloce e agevole l’esecuzione dei lavori.
La cantierizzazione di quest’opera strategica, rappresenta il volano fondamentale per dare vita alla riqualificazione dell’ex Aree Falck. Quest’opera – conclude il sindaco Di Stefano  – rappresenterà il motore economico e sociale per l’intera Lombardia nei prossimi anni, generando indotti virtuosi e ricadute positive per tutta l’Area. E’ doveroso ringraziare il presidente Attilio Fontana e Regione Lombardia, con cui abbiamo svolto un grandissimo lavoro in sinergia, e tutti gli attori coinvolti in questo importantissimo progetto”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Paderno più verde e sicura con il Progetto Città metropolitana Spugna

Un ambizioso piano per contrastare gli allagamenti causati da nubifragi e bombe d’acqua, che sempre …

Lascia un commento