L’associazione Sottocorno rinuncia a partecipare alla Consulta Ambiente

A seguito della prima convocazione della Consulta dell’Ambiente avvenuta in data 27 giugno 2023, in data 7 luglio 2023 il consiglio direttivo, ha deliberato di non approvare la partecipazione alla consulta dell’Ambiente. A comunicare la decisione è stato in queste ore il direttivo dell’associazione Pasquale Sottocorno. “Consideriamo tale consulta, per una città come la nostra, di fondamentale importanza ma non crediamo che questa classe politica abbia la stessa considerazione.
Le motivazioni che hanno spinto a tale decisione sono varie, ma si possono riepilogare sinteticamente nei seguenti punti principali: u
n ritardo ingiustificato nella convocazione, evidente sintomo che viene vista come disturbo e non come opportunità; una ingiustificata configurazione, che non corrisponde alle associazioni o comitati presenti e attive sul territorio, a nostro avviso la consulta dovrebbe essere espressione della società civile attiva, ovvero l’insieme di associazioni o comitati (e non di singoli soggetti) che hanno negli anni perseguito fini ambientali comuni e che possono in maniera propositiva analizzare, discutere e proporre entrando nel merito degli argomenti trattati, e non un gruppo ristretto selezionato dalla maggioranza politica della città; mancanza totale di un criterio funzionale che premi la competenza e l’impegno al posto della conoscenza e di fatto dopo un anno di ritardo la mancanza di un contest di selezione con tali criteri rende vana, a nostro avviso, la costituente consulta, ravvisando (come nella precedente) un numero eccessivo di soggetti “politici” o meglio di persone legate politicamente ai partiti di maggioranza.
A questo, visto la negativa esperienza svolta con la precedente consulta, non rilevando cambiamenti degni di nota – concludono dal direttivo -,  l’associazione non può permettersi di dedicare forze e persone ad una attività, che di fatto si trasforma in una sorta di propaganda politica su piccoli problemi di ordinaria gestione, senza nessuna incidenza sui reali problemi ambientali della città, che vogliamo ricordare essere un SIN con problemi ambientali e sanitari importanti. L’associazione ringrazia comunque il presidente Federico Pogliaghi per aver considerato la nostra presenza”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Fotovoltaico Lombardia, approvata mozione limitazione in aree tutelate

Via libera alla mozione del consigliere regionale della Lega Riccardo Pase relativa alle limitazioni per …

Lascia un commento