Cinisello, corsi di formazione per gli artigiani di domani

La Giunta di Cinisello Balsamo ha approvato l’accordo di collaborazione con Fondazione Mazzini e APA Confartigianato per il progetto “L’arte dei futuri artigiani”, rivolto alle classi seconde delle secondarie di primo grado. L’iniziativa offre agli studenti l’opportunità di individuare prima e valorizzare poi le proprie capacità e attitudini facendo leva sulla propria motivazione nel continuare gli studi e sperimentando una nuova tipologia di orientamento basata su attività laboratoriali promosse anche da imprenditori del territorio che possano offrire una visione a medio e lungo termine delle prospettive lavorative.
La valenza del progetto è data anche dal fatto che si crea un collegamento forte fra le scuole e il tessuto produttivo del territorio, in particolar modo le PMI e le realtà artigianali. Gli istituti scolastici coinvolti sono l’ISC Buscaglia di via Paisiello, Costa in piazza Costa, Garibaldi in via Marconi, Paganelli in viale Friuli e Zandonai in via Risorgimento.
Le azioni di orientamento pongono lo studente nella condizione di scegliere il proprio percorso di scuola secondaria in maniera ponderata e individualizzata, e a supporto l’Amministrazione Comunale propone da tempo percorsi di approfondimento e iniziative specifiche come il Campus Orientascuola. Non solo, sul territorio operano altre realtà che propongono progetti di conoscenza delle proposte formative presenti a Cinisello Balsamo, anche con riferimento ai possibili sviluppi lavorativi successivi. L’intento è sempre quello di stimolare la conoscenza di sé, delle proprie abilità e propensioni così da portare i giovani che frequentano il primo ciclo di istruzione ad una scelta più consapevole sul percorso scolastico futuro, anche misurandosi con esperienze pratiche, e non solo attraverso un orientamento teorico. Per questo le attività sono strutturate come incontri tenuti da imprenditori del territorio e personale esperto del mercato del lavoro, seguiti da veri e propri laboratori con formatori esperti e ragazzi che già frequentano percorsi simili in ambito meccanico/digitale, ristorazione, benessere e cura della persona o elettrico.
La chiusura del percorso oggi, venerdì 5 maggio,  coinvolge, in orario scolastico, docenti e studenti. Per 50 di loro, poi, un tour guidato nelle imprese artigiane locali che partecipano al progetto e disposte ad aprire le proprie porte a coloro che domani potrebbero diventare imprenditori. Presso la Fondazione Mazzini, invece, ci saranno laboratori e stand per la presentazione delle attività imprenditoriali che aderiscono all’iniziativa e dove relazionarsi con i ragazzi. Infine, un’esposizione degli oggetti prodotti dagli studenti o delle foto di quanto realizzato (piatti, trattamenti estetici) oltre alla consegna di premi per coloro che meglio avranno interpretato la cultura e la creatività artigianale.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Nonni 2.0, tra i premiati anche l’esercente sestese Vittoria Randazzo

Prime dieci candeline per Nonni 2.0, l’Associazione nata nel 2014 con lo scopo di rafforzare …

Lascia un commento