Milano e Salone del Mobile 223 milioni d’indotto

Salone del Mobile 2023 con più di 800 eventi nei giorni del Fuorisalone: per Milano si stima – sulla base di oltre 327 mila visitatori al Salone (262mila lo scorso anno) un indotto di 223,2 milioni di euro con incremento del 37% rispetto al 2022 (162, 6 milioni di euro in un periodo, però, differente: giugno).  I dati emergono nell’analisi compiuta dall’Ufficio Studi di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza.
Nella crescita dell’indotto, con il 65% stimato di presenza dei visitatori stranieri (sul totale dei visitatori) rispetto al 56% del 2022 (ritorno dei cinesi e crescita di altri Paesi come gli Usa), percentuali maggiori sono destinate a ricettività (+38%) e ristorazione (+39,9%) mentre per lo shopping è previsto un incremento complessivo d’indotto del 32%.
Per servizi ricettivi, ristorazione e shopping sale, in un anno, la previsione di spesa media procapite: da 343,3 a 377,9 euro, +10,1%. Variazione più alta per alloggio (+10,5%) e ristorazione (+11,8%), minore l’incremento nei negozi (+5,2%).
“Il ritorno del Salone del Mobile nella sua collocazione storica nel mese di aprile rappresenta un importante passo avanti sul 2022 ed un avvicinamento ai numeri pre-Covid sia in termini di presenze, sia in termini di consumi: un indotto fondamentale per l’economia milanese e per l’attrattività di tutto il territorio a livello internazionale – afferma Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza – La manifestazione negli spazi di Fiera Milano e il Fuorisalone diffuso in città costituiscono un richiamo forte per visitatori e turisti e consolidano l’immagine di Milano come capitale del design”.

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Cinisello Balsamo, Villa Forno ospita il Job Day

Venerdì 12 aprile a Cinisello Balsamo si tiene il Job day, una giornata per le …

Lascia un commento