Giorno del Ricordo, ‘Memoria e oblio: le Foibe’

Oggi, 10 febbraio, si celebra Il Giorno del ricordo, a memoria dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata al termine della Seconda guerra mondiale. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 e celebrata per la prima volta nel 2005, la ricorrenza vuole “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.
Il 10 febbraio 1947 furono firmati i trattati di pace di Parigi che assegnavano alla Jugoslavia i territori italiani Istria, Quarnaro, la città e la provincia di Zara e parte della Venezia Giulia. Furono quasi ventimila gli italiani uccisi e gettati nelle foibe (le voragini carsiche usate come discariche) alla fine della Seconda guerra mondiale, e centinaia di migliaia gli italiani profughi, costretti all’esodo dalle ex province italiane. La legge 92/2004 istitutiva della ricorrenza favorisce, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende.
Per ricordare quella tragedia oggi alle 19.30 presso l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia andrà in scena “Memoria e oblio: le Foibe”, uno spettacolo teatrale di e con Cristina Sarti che racconta il dramma delle Foibe e l’esodo istriano attraverso lo sguardo di due donne che lo hanno vissuto in prima persona.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Inaugurazione del piazzale Don Gianfranco Redaelli

Sarà inaugurato sabato 15 giugno il piazzale dedicato a don Gianfranco Redaelli. Dopo aver ultimato …

Lascia un commento