Innalzamento tetto contanti, Unione Artigiani: aiuto per incrementare i consumi

Marco Accornero

Unione Artigiani di Milano e Monza Brianza favorevole all’innalzamento del tetto del contante ventilato dal Governo.
“Può essere un aiuto per dare un ‘boost’ ai consumi”. Unione Artigiani di Milano e Monza Brianza guarda con favore alle proposte sulle modifiche dei limiti dell’utilizzo del denaro contante.
L’aumento fino a 10 mila euro del tetto al contante (attualmente sulla soglia dei 2 mila euro) è la prima proposta in maniera fiscale del centrodestra. La premier Giorgia Meloni ha infatti confermato di voler aumentare il tetto nella prossima Legge di Bilancio.
“Occorre fare i
n fretta – commenta il Segretario Generale di Unione Artigiani Marco Accornero – perché senza nuovi interventi dall’1 gennaio 2023 per consumatori e clienti la soglia scenderà da duemila e mille euro. Ci troveremmo in una situazione del tutto anomala rispetto alle misure in vigore in Europa dove i limiti sono molto più elevati o non sono previsti. L’innalzamento del tetto del contante non è un’azione in contrapposizione con la digitalizzazione delle transazioni anche di piccolo importo e la diffusione di strumenti innovativi. Pensiamo ai turisti stranieri che dispongono di importante liquidità che potrebbero spendere nei nostri negozi e nelle nostre botteghe, tutte realtà che già comunque mettono a disposizione il POS per i pagamenti cashless”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Fisco, le novità del 2023 al centro del convegno Confcommercio

Legge di bilancio e altre disposizioni fiscali: questi due degli argomenti al centro del convegno …

Lascia un commento