Sentenza Siria Trezzi, Ghilardi: la chiarezza che stavamo attendendo

Siria Trezzi

Sentenza di condanna in primo grado per l’ex sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi e per il marito Roberto Imberti. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Monza ha condannato in primo grado a quattro anni di reclusione l’ex sindaco per la presunta corruzione nell’operazione urbanistica nel parco Grugnotorto.
Sulla vicenda è intervenuto con una nota ufficiale l’attuale sindaco Giacomo Ghilardi.  “La chiarezza che stavamo attendendo è giunta con la sentenza odierna – scrive nella nota -, con la quale sono stati condannati in primo grado per corruzione, fermo restando i tre gradi di giudizio, con una pena di 4 anni, l’ex sindaco PD Siria Trezzi e il marito Roberto Imberti, e una di 3 anni e 6 mesi per l’ex assessore del PD Ivano Ruffa e l’ex consigliere ed ex segretario cittadino del PD Franco Marsiglia.
A cui si aggiunge il risarcimento del danno, con azione immediatamente esecutiva, di 200mila euro a favore del Comune di Cinisello Balsamo, oltre a quello che verrà quantificato in sede civilistica, alla luce del fatto che i danni arrecati al comune sono milionari. Fin dall’inizio – continua il sindaco nella nota – abbiamo utilizzato prudenza su molti progetti delle giunte precedenti, poiché non erano scevri da ombre e oggetto d’indagine. Infatti, ci siamo da tempo costituiti parte civile in questa procedura, a tutela degli interessi della nostra città, quel rispetto del bene comune che le precedenti giunte di sinistra non hanno perseguito. Io mi sono sempre occupato e continuo ad occuparmi sempre del governo della città di Cinisello Balsamo e lavoro unicamente nell’interesse dei miei concittadini. Questo – conclude Ghilardi – è il cambiamento annunciato e che oggi si tocca con mano, il cambiamento nel metodo e nella gestione della cosa pubblica. Proseguiamo con ancora più forza e convinzione nel nostro lavoro per favorire lo sviluppo del nostro territorio e i suoi servizi, in funzione esclusiva del benessere dei nostri concittadini, decretando il totale cambiamento dalle logiche del passato”.  

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Stabile comunale di via Marx 606, gli inquilini chiedono di non essere lasciati soli

Il Comitato inquilini Marx 606 chiede attenzione sulla situazione che sta interessando lo stabile comunale …

Lascia un commento