I candidati Di Stefano e Foggetta sottoscrivono manifesto dei Papà Separati

Quale che sia l’esito del ballottaggio, il prossimo sindaco promette stretta collaborazione con l’associazione Papà separati.
Ieri sera, nell’ambito della prima riunione in presenza, dopo la sospensione per la pandemia, e seguita in diretta streaming, l’associazione Papà separati ha incontrato i due candidati che si contendono l’esito del ballottaggio di domenica 26 giugno: Roberto Di Stefano, sindaco uscente per il centro destra e Michele Foggetta per la coalizione di centro sinistra.
Entrambi i contendenti hanno hanno manifestato piena disponibilità ad impegnarsi in veste di sindaco eletto, sui temi delle separazioni familiari e hanno sottoscritto l’impegno a perseguire gli obiettivi che l’associazione ha sottoposto loro con il Manifesto elettorale-questionario.
Di Stefano e Foggetta hanno dichiarato di essere consapevoli delle conseguenze della separazione: psicologiche, soprattutto per l’educazione e la formazione dei figli, sociali ed economiche. Si chiede una casa alloggio con spazio adeguato ad incontrare i figli; sportello di ascolto e di sostegno; formazione degli assistenti sociali; impegno a fare di Sesto San Giovanni comune con “zero allontanamenti” dei figli verso le case-famiglia; sistema di controllo delle attuali strutture di accoglienza ed interventi per eliminare abusi e irregolarità; adozione del Registro della bigenitorialità; attivazione di servizio telefonico 24/24 Separati.
L’incontro si è concluso con la firma del Manifesto da parte di Roberto Di Stefano e della capolista di Michele Foggetta Soad Hamdy, avvocato.

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

‘Scintilla’, la nuova rete di centri educativi per bambini di 0-6 anni

Giovedì 26 maggio, presso la Stella Mission Bambini di Sesto San Giovanni (via Maestri del …

Lascia un commento