Da sin. Roberta Pizzochera, Liviana Marelli e Ellen Hidding

‘Scintilla’, la nuova rete di centri educativi per bambini di 0-6 anni

Giovedì 26 maggio, presso la Stella Mission Bambini di Sesto San Giovanni (via Maestri del Lavoro), Mission Bambini in collaborazione con La Porta Magica de La Grande Casa scs hanno presentato alla cittadinanza sestese ‘Scintilla’, il nuovo progetto della Fondazione che consiste in una rete di centri educativi – le ‘Stelle’- dedicati a oltre 200 bambini della fascia di età 0-6 anni e alle loro famiglie che vivono in contesti di povertà educativa e fragilità socio-economica.
Presenti l’Assessore alle Politiche Educative e alle Politiche per l’Infanzia del Comune di Sesto San Giovanni Roberta Pizzochera, la presidente de La Grande Casa scs Liviana Marelli, il presidente di Fondazione Mission Bambini Goffredo Modena e Serena Sartirana, Program Coordinator Area infanzia della Fondazione e   la conduttrice televisiva Ellen Hidding, testimonial di Mission Bambini, madrina del progetto.
“Il servizio per l’infanzia La Porta Magica sorge nel cuore di Sesto e negli anni è diventato un punto di riferimento indispensabile per le famiglie della città che sono alla ricerca di luoghi educativi per i propri figli che possano andare incontro alle nuove necessità lavorative, come ad esempio i turni o lo smart working, e di vita.” dichiara Roberta Pizzochera, Assessore alle Politiche Educative e alle Politiche per l’Infanzia. “In questa ottica il centro infanzia negli anni si è disegnato e modellato partendo proprio dai bisogni delle famiglie e del territorio. Per questo siamo particolarmente felici che Mission Bambini lo abbia incluso tra le Stelle che compongono il progetto Scintilla.”
“L’accesso ai servizi della prima infanzia – spiega Liviana Marelli, presidente de La Grande Casa scs -, prima ancora di essere garanzia per le famiglie e per le donne soprattutto di accesso al mercato del lavoro, è garanzia di benessere e base per uno sviluppo armonico dei bambini. Sappiamo ormai infatti che la cura dei primi 1.000 giorni di vita rappresenta una priorità di salute pubblica ed è un importante fattore di protezione. L’accesso a servizi socio-educativi di qualità dovrebbe quindi essere un diritto garantito a tutti i più piccoli”.
“Come una stella, ogni bambino brilla di luce propria perché ha in sé una potenzialità che va curata e sviluppata: per questo nasce ‘Scintilla’, una rete di nidi e scuole dell’infanzia che, proprio in contesti caratterizzati da povertà educativa ed economica, unendosi danno vita a una costellazione di aiuti che illumina il futuro dei bambini, sostenendo le famiglie e creando un sistema di supporto nella comunità in cui vivono.” Con queste parole, Goffredo Modena, presidente di Mission Bambini, descrive il progetto.
La Fondazione, che lavora da oltre 20 anni per supportare l’infanzia in difficoltà, ha avviato questo progetto in collaborazione con quattro centri educativi gestiti da organizzazioni con cui lavora da anni a Sesto San Giovanni (MI), Bari, Catania e Napoli. La Stella di Sesto San Giovanni è stata creata insieme a La Porta Magica de La Grande Casa scs, servizio dedicato a famiglie con figli da 0 a 6 anni che vivono nella città alle porte di Milano.
Obiettivo di Scintilla è permettere l’accoglienza, all’interno dei servizi, di bambini che vivono in situazioni socio-economiche di fragilità garantendo l’accesso con tariffe agevolate o, in casi particolari, gratuitamente. La Stella Mission Bambini si trova in una zona centrale di Sesto San Giovanni, ha però come bacino di utenza anche zone più periferiche e ‘popolari’ e risponde al bisogno di garantire l’accesso a servizi per la prima infanzia di qualità anche anuclei familiari in situazioni di difficoltà economica, monoreddito o monoparentali.
Al mattino è attivo il ‘Centro prima infanzia’ che accoglie quotidianamente 14 bambini con la peculiarità di offrire alle famiglie elasticità nella gestione delle ore di frequenza. Alcuni pomeriggi, grazie alla presenza di 2 educatori specializzati, i bambini e i loro genitori possono partecipare ad attività pensate specificatamente per loro: laboratori espressivi di arte-terapia, narrazione, sperimentazione pratica con materiali naturali, yoga della risata. Per i genitori sono inoltre disponibili attività di formazione di gruppo e individuali per acquisire gli strumenti necessari ad accompagnare al meglio i propri bambini: laboratori, consulenza e supporto pedagogico.
Particolare attenzione è dedicata alle famiglie: ogni Stella ha la possibilità di istituire un Fondo per supportare chi, anche in conseguenza della situazione pandemica e della crisi energetica in atto, vive una situazione di fragilità economica. L’accesso al Fondo è regolato dalla presenza di parametri oggettivi sulla situazione socio-economica delle famiglie, ma si basa sulla loro disponibilità a partecipare attivamente a percorsi pedagogici di supporto allagenitorialità. L’obiettivo principale è infatti rafforzare il ruolo educativo delle famiglie, portandole a diventare parte integrante delle ‘comunità educanti’ che Mission Bambini costruisce sui territori di intervento.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

AVO Sesto, al via il nuovo corso volontari

Prenderà il via martedì 3 maggio il nuovo corso di formazione per volontari in ospedale …

Lascia un commento