Calcio, Serie C: Pro Sesto, una salvezza ottenuta con il cuore

Un gol che vale una stagione. E’ quello che ha segnato Carmine De Sena a un quarto d’ora circa dal termine della partita di ritorno del playout con il Seregno, che ha di fatto salvato la Pro Sesto dalla retrocessione nei dilettanti. Bastavano due pareggi ai biancocelesti per rimanere in Serie C ma, dopo l’1-1 dei primi 90 minuti in Brianza, le cose si erano messe subito male quando Cocco ha trasformato al 17’ il rigore concesso per l’atterramento di Marzupio su Jimenez.
La Pro Sesto, parecchio in difficoltà nella prima parte di gara, è stata brava a non affondare e a rimanere aggrappata al match, spinta anche da un Breda riempito da oltre 2.500 spettatori, con lunghe code prima dell’inizio del match ai botteghini come non si vedeva da tempo. La mossa vincente di Pasca è arrivata dalla panchina, quando dopo 10 minuti nella ripresa ha mandato in campo De Sena per dare maggiore peso all’attacco. Ed è stato proprio il bomber, acquistato a gennaio dalla Sambenedettese, a risolvere da due passi sul corner calciato da Brentan a siglare il gol salvezza, festeggiato con una corsa sotto la Curva Vito Porro per condividere la gioia con i tifosi sestesi.
Per il secondo anno consecutivo, la Pro ce l’ha fatta a rimanere tra i professionisti, al termine di una stagione ancora più sofferta, grazie anche e soprattutto all’ottimo lavoro svolto dal tandem Pasca-Di Gioia, che ha preso in mano una squadra ultima in classifica alla fine di gennaio e l’ha portata al raggiungimento di una salvezza in cui in pochi avrebbero creduto solo 3 mesi fa.

Fabio Casati 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Milano celebra Richard Avedon, maestro della fotografia del Novecento

La mano che copre una metà del volto, lasciando trapelare spiccatamente, sulla parte non celata, …

Lascia un commento