Alberi al posto del cemento: piantagione collettiva di 300 piante

Domenica 27 marzo si è tenuta la piantagione collettiva al Parco Nord Milano per piantare insieme ai cittadini e alle cittadine i 300 alberi del nuovo bosco che sorgerà sull’area ex-industriale ITEM.
Dopo l’intervento di pulizia e di depavimentazione dello scorso inverno avvenuta in collaborazione con Forestami*, oggi il terreno dell’area dismessa è di nuovo permeabile e pronto ad ospitare un nuovo bosco grazie agli interventi di rigenerazione del suolo che hanno ripristinato le condizioni naturali, consentendo il naturale deflusso delle acque meteoriche, e che hanno reso il terreno ricco di nutrienti per la crescita di specie vegetali e animali.
L’area interessata ha un’estensione di circa 8000 m2 e dopo essere stata acquisita dall’Ente Parco come parte della compensazione dell’opera idraulica per il contenimento delle acque del Torrente Seveso, grazie a un importante processo di mediazione della Comunità del Parco, è stata ripulita dai rifiuti abbandonati ed è stato rimosso il cemento che impermeabilizzava il suolo.
Forestami e Parco Nord Milano proseguono insieme in quello che è uno dei progetti più significativi per il territorio di Milano proprio per il complesso processo di rigenerazione del suolo e in questa fase è fondamentale il coinvolgimento e la partecipazione della comunità.
“Sostituire con superfici verdi migliaia di ettari di asfalto, moltiplicando il numero di alberi e piante presenti nelle città, è una scelta necessaria e urgente -afferma Stefano Boeri, presidente del comitato scientifico di Forestami -. Forestami – anche attraverso progetti di rigenerazione urbana e piantagioni in aree ex-industriali – conferma il suo impegno perché la Città metropolitana di Milano si presenti come una delle metropoli più attive nell’attuale sfida al cambiamento climatico. Continuiamo a piantare alberi e a de-impermeabilizzare i suoli, sostituendo il cemento con nuove aree verdi”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Caro bollette, stangata da oltre 1 milione di euro per il Comune

“La stangata del caro bollette su luce e gas colpisce indiscriminatamente tutti.  Non vogliamo restare …

Lascia un commento