Forestami a Sesto, 1.550 nuovi alberi per la città

Il Comune di Sesto San Giovanni aderisce a Forestami, il progetto di forestazione urbana che ha l’obiettivo di incrementare il capitale naturale e piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 nel territorio della Città Metropolitana di Milano.
Forestami a Sesto San Giovanni prevede diversi progetti in molte zone della città, parchi, giardini di scuole, centri sportivi, aree dismesse, aree industriali, con messa a dimora sia di piante “pronto effetto” sia di nuove piantine forestali (firma del protocollo Madre Forestami con delibera n°309 del 27 luglio 2021).
Si sono concluse martedì 8 maro le attività di piantagione in due zone di Sesto San Giovanni, grazie a Parco Nord Milano, che hanno visto la messa a dimora totale di 1.550 alberi e arbusti su una superficie complessiva di 5.550mila metri quadrati presso il Parco Bergamella nel quartiere Cascina Gatti e il Parco ex Quarzo.
“La nostra amministrazione ha a cuore la cura del verde urbano, e lo ha dimostrato con la riqualificazione dei tanti parchi cittadini – dichiara il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano -. Per rendere Sesto una città sempre più fruibile e sicura bisogna seguire con particolare attenzione e cura le nostre aree verdi urbane. Sesto San Giovanni ha l’ambizione di essere una città sostenibile e salutare in tutti i sensi” .
In particolare, presso la Bergamella sorgeranno dei filari lungo i percorsi esistenti nel parco: le 900 piante messe a dimora, crescendo, andranno a delineare così nuovi spazi verdi in un’area di 2.850mq. Il parco ex Quarzo, invece, dopo una fase di riqualificazione e bonifica dell’area, vede qui 650 nuovi alberi su una superficie di 2.700mq. In entrambi gli interventi di piantagione, sono state messe a dimora piante forestali autoctone, tipiche del territorio della Pianura Padana, quali aceri, carpini, frassini, pioppi bianchi, prugnoli selvatici, ciliegi, querce farnie, cerri, salici bianchi, tigli selvatici, olmi campestri, biancospini, sanguinelle, rose canine, noccioli.
“È un progetto – commenta l’assessore all’Ambiente Alessandra Magro – che ha richiesto molti mesi di lavoro, coinvolgendo tanti Comuni. Ma fin dall’inizio abbiamo creduto che fosse fondamentale per i nostri territori. C’è bisogno di incrementare il patrimonio arboreo e Forestami fornisce un mezzo validissimo per raggiungere l’obiettivo in una più ampia visione sovracomunale. Regaliamo alle nuove generazioni tanti nuovi alberi che porteranno biodiversità e salubrità alla nostra Città”.
L’attività di Forestami prevede non solo la piantagione ma anche un piano di interventi quinquennale finalizzato all’attecchimento e la cura delle piante messe a dimora.
L’obiettivo del progetto è quello di puntare a migliorare la qualità della vita, pulire l’aria e contrastare gli effetti del cambiamento climatico. La collaborazione tra tutti i soggetti promotori ha permesso di costruire una visione strategica del ruolo della natura nell’area metropolitana milanese e di dar vita a un processo di censimento, valorizzazione e incremento di tutti i sistemi verdi, permeabili e alberati, per favorire politiche e progetti di forestazione urbana.

* Forestami è un progetto basato su una ricerca del Politecnico di Milano, realizzata grazie al sostegno di Fondazione Falck e FS Sistemi Urbani e promosso da Comune di Milano, Città metropolitana di Milano, Regione Lombardia – ERSAF, Parco Nord Milano, Parco Agricolo Sud Milano e Fondazione di Comunità Milano Città, Sud Ovest, Sud Est e Adda Martesana Onlus, Fondazione Comunitaria Nord Milano, Fondazione Comunitaria del Ticino Olona, Università degli Studi di Milano e l’Università degli Studi Milano Bicocca.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

PNRR, tre milioni per il nuovo nido Savona

Il progetto per la riqualificazione del nido Savona è stato ritenuto idoneo ad accedere all’assegnazione …

Lascia un commento