La lettera: Russia-Ucraina, la storia non ci ha insegnato nulla 

Dal nostro lettore Giovanni Giudice riceviamo e pubblichiamo.

“Terza Guerra Mondiale. Queste singole tre parole fanno paura solo a leggerle, non voglio neanche immaginare quale effetto possano avere pronunciandole. Nonostante il passato, la storia non ci ha insegnato nulla.
Eppure l’abbiamo imparato sin da ragazzi, che la violenza porta ad una spirale di morte anche se viene perpetrata nel nome della Libertà.
Tutti i capi di Stato occidentali si sono fatti guidare da nobili principi e siamo arrivati ad oggi, in cui un Paese uccide delle persone per avere la supremazia su un altro Paese che difende la propria libertà. E mi chiedo che fine abbia fatto la parola diplomazia di tutti gli altri Paesi del mondo? Non esiste più? Per essere sicuro ho cercato sul vocabolario, sic.. e non solo, naturalmente, ne ho verificato ancora l’esistenza ma ne voglio riportare anche il significato: “Tatto, finezza, abilità nel trattare questioni delicate o nel mantenere rapporti con persone suscettibili.” 
Quindi, ancora una volta hanno preso il sopravvento i “cosiddetti Principi” che sono i nemici più terribili della diplomazia.
Ora purtroppo tutti, ognuno come può, alimentano questa situazione che sta precipitando ogni giorno di più con morti e devastazioni.
Personalmente ritengo che forse, in questo momento, solo una persona potrebbe evitare  una catastrofe in qualità di “super partes”. Il Papa che fino ad ora ha raccomandato a tutto il mondo e agli uomini di buona volontà di fermarsi e fare la pace.
A questo punto sarebbe interessante se alle prediche potessero seguire dei fatti concreti. Il Santo Padre con la sua saggezza e soprattutto con la sua umiltà, dovrebbe tentare di   telefonare non solo al presidente dell’Ucraina, come ha già fatto, ma soprattutto personalmente a Putin, Biden e Ursula von der Leyen offrendosi come ambasciatore di pace per fermare questa tragedia che farà solamente del male a tutto il mondo.
Purtroppo però la storia insegna che l’uomo non cambierà mai, ossia il più forte tenterà sempre di prevalere sul più debole”.

                                                                                                     Giovanni Giudice    

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Carta, Lombardia ‘riciclona’: nel 2021 differenziate oltre 570.000 tonnellate

Nel 2021 in Lombardia sono state raccolte e avviate a riciclo più di 570.000 tonnellate …

Lascia un commento