Biopiattaforma di via Manin, ZeroC si presenta   

I lavori della BioPiattaforma di ZeroC proseguono secondo il timing previsto. Lunedì 18 gennaio ZeroC, la società che vede insieme Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano, e i comuni di Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Pioltello, Segrate e Sesto San Giovanni, ha presentato ufficialmente il nuovo sito web (zeroc.green) per assicurare la massima trasparenza nei confronti del territorio e della cittadinanza.
“Con questo nuovo strumento – spiega Andrea Lanuzza, Amministratore unico di ZeroC,  società interamente pubblica nata per sostenere la transizione all’economia circolare nel ciclo dei rifiuti nel territorio della Città metropolitana di Milano – vogliamo consolidare la relazione con tutti coloro che sono interessati dal nostro progetto di economia circolare: la realizzazione della nuova BioPiattaforma che avvierà una prima linea produttiva nell’autunno di quest’anno. In particolare, sul sito internet saranno consultabili i risultati dei dati di qualità dell’aria provenienti dalle nuove centraline di monitoraggio posizionate secondo le indicazioni emerse dal RAB, l’organismo che ha coinvolto i principali attori del territorio interessati dal progetto”.
Il RAB– Residential Advisory Board, avviato fin dal 2020, rappresenta uno strumento di coinvolgimento e di controllo delle attività della nuova struttura, e proprio nell’ambito degli incontri svolti è emersa la richiesta di installare nuove centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria nel territorio interessato dal progetto nei comuni di Sesto San Giovanni e Cologno Monzese. Lo studio per la loro localizzazione è stato discusso con le associazioni locali, in maniera da tener presente le peculiarità del territorio e le condizioni climatiche. Da oggi questi dati di monitoraggio della qualità dell’aria sono a disposizione di tutti.
“L’impianto di ZeroC – prosegue Lanuzza – è molto più efficiente del vecchio termovalorizzatore smantellato nel corso del 2021, e contribuirà al miglioramento complessivo della qualità ambientale attraverso un percorso di economia circolare che vedrà i rifiuti organici diventare materia prima per la produzione di biometano, e i fanghi prodotti dai depuratori delle acque reflue trasformarsi per il 75% in energia in un impianto all’avanguardia e il restante 25% diventare un fertilizzante da utilizzarsi in agricoltura”.
La società ha inoltre definito un piano di interventi sul territorio per compensare le emissioni di CO2 derivanti dalle azioni di adeguamento sul sito della BioPiattaforma.
In particolare, sono previsti un piano di piantumazioni accanto all’impianto e la costruzione di una pista ciclabile che connetterà le aree verdi e il nuovo parco a nord dell’impianto con la pista ciclo-pedonale a sud lungo il Naviglio della Martesana.

I soci in visita al cantiere di via Manin  

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Carta, Lombardia ‘riciclona’: nel 2021 differenziate oltre 570.000 tonnellate

Nel 2021 in Lombardia sono state raccolte e avviate a riciclo più di 570.000 tonnellate …

Lascia un commento