Nuovo decreto anti-Covid, obbligo vaccinale per gli over 50

Approvato dal governo ieri dopo una lunga giornata di confronto il nuovo provvedimento per tentare di arginare la crescita dei contagi, ieri 189mila casi. Approvazione non semplice con la maggioranza divisa sull’introduzione dell’obbligo del super pass per accedere ai servizi o entrare nei negozi.
Dopo una giornata di mediazione, il muro della Lega e i dubbi dei 5 Stelle, alla fine, il decreto legge è stato approvato dal Consiglio dei ministri all’unanimità e introduce l’obbligo vaccinale per gli over 50. Ma niente Super Green Pass per l’accesso ai servizi alla persona, ai negozi, alle banche e gli uffici pubblici: basterà il certificato base, quello che si ottiene anche con il tampone.
Cambia anche la gestione dei casi covid a scuola. In quelle dell’infanzia, con un positivo si va in quarantena per 10 giorni mentre alle elementari, con un caso si applica la sorveglianza con test al primo e dopo cinque giorni mentre con 2 casi si resta a casa per 10 giorni. In medie e superiori, invece, con un caso si resta in classe (con  autosorveglianza e  utilizzo delle Ffp2) mentre con 2 casi vanno in Dad per 10 giorni solo i non vaccinati e chi è guarito o vaccinato da più di quattro mesi senza aver fatto il booster. Con tre positivi, invece, tutta la classe è a casa per 10 giorni.
Appena il decreto sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale, scatterà l’obbligo del vaccino fino al 15 giugno per tutti coloro che hanno compiuto 50 anni o che li compiranno entro quella data, con l’esenzione solo per chi ha un certificato medico.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio. Le opposizioni si diano una regolata

Se davvero quello della leader di Fratelli d’Italia è il governo più a destra della …

Lascia un commento