Le palline natalizie realizzate dagli ospiti della RSA

I disegni dei bambini per gli anziani in casa di riposo, l’idea di un 40enne di Cassina

I disegni realizzati dai bambini dell’asilo nido

Francesco Cau ha 40 anni e abita a poche decine di metri dall’RSA ‘Il Melograno’ di Cassina De’ Pecchi, in provincia di Milano.
Lo scorso anno ideò una iniziativa sociale che partita in sordina prese velocemente piede, portando un sorriso nella casa di riposo di Cassina e che quest’anno ha deciso di riproporre.
“Tutti noi sappiamo come le residenze per anziani siano state, in generale, uno dei punti deboli della strategia anti-contagio dal Coronavirus nella prima ondata della pandemia – racconta Francesco -. Sebbene l’arrivo dei vaccini abbia migliorato enormemente la situazione, l’attenzione resta sempre alta. Nel mio caso, se prima della pandemia vedevo passeggiare i nostri anziani lungo l’isolato che costeggia la residenza, questo non è più avvenuto in maniera costante perché le porte delle RSA sono state chiuse per preservare al massimo la bolla interna”.

Francesco Cau

La RSA di Cassina de’ Pecchi ospita circa 130 anziani con una cinquantina di operatori che si occupano amorevolmente di loro tutti i giorni. “Nonostante siano trascorsi quasi due anni dall’inizio della pandemia e con tre dosi di vaccino ormai alle spalle, la situazione dentro le RSA non è ancora delle più facili e la sofferenza maggiore per gli anziani è quella di non poter abbracciare e vedere di persona i propri parenti in maniera costante, aumentando in loro il senso di frustrazione e abbandono, soprattutto durante il periodo natalizio che stiamo vivendo in questi giorni. Oltre agli anziani, anche i bambini sono sicuramente quelli che più stanno soffrendo le conseguenze drammatiche che la pandemia ha imposto alla nostra nuova quotidianità, sebbene la situazione sia migliore rispetto gli scorsi mesi”.  Perché allora, si è chiesto Francesco, non unire queste due generazioni, gli anziani e i bambini, in un abbraccio virtuale? L’iniziativa solidale è nata proprio da questo intento e quest’anno Francesco ha deciso di riproporla sperando possa essere estesa anche ad altre case di riposo. “Anche quest’anno – spiega – sono stati coinvolti i bambini dell’Asilo Nido Qui Quo Qua di Cassina De Pecchi che insieme alle educatrici hanno realizzato diversi disegni ai bimbi che nei giorni scorsi ho consegnato personalmente agli educatori dell’RSA”.
Dal canto loro, quest’anno gli anziani hanno voluto contraccambiare realizzando, con le loro mani, delle palline natalizie che sono state consegnate ai bimbi dell’asilo nido.  “Mi è stato riferito – spiega Francesco – che i nonni hanno gradito tantissimo la sorpresa, ognuno di loro ha ricevuto un disegno e so che lo hanno conservato gelosamente sul comodino. Aver regalato qualche attimo di felicità ai nostri nonni, attraverso i disegni dei nostri bambini, è una vera gioia che scalda il cuore, soprattutto in questo periodo natalizio”.
Ma tutti possono contribuire con un piccolo gesto di attenzione a questa bella iniziativa, inviando una cartolina, un disegno, una dedica, un biglietto d’auguri  all’indirizzo Residenza Anni Azzurri Melograno via Napoli, 2 – 20051 Cassina De’ Pecchi (MI) o via mail a educatori.melograno@anniazzurri.it

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Sesto, in corso gli interventi sulle scuole cittadine

Sono in corso a Sesto San Giovanni in questi giorni una serie di interventi sulle …

Lascia un commento