Visita sulle aree Falck, Associazione Sottocorno: ecco perché non c’eravamo

L’Associazione Sottocorno non ha preso parte mercoledì 28 luglio alla visita organizzata dall’Amministrazione comunale alle aree Falck (Concordia e Unione Zero), per i rappresentanti della Consulta ambiente (visita che segue di una settimana quella  organizzata per i consiglieri comunali).
La motivazione che ha portato l’Associazione a rifiutare la visita è il comportamento ostruzionistico e chiuso, tenuto fino ad oggi dalla amministrazione comunale. “Abbiamo sempre sostenuto che la progettualità su questa enorme area (come su tanti altri siti) – spiegano i rappresentanti dell’Associazione Sottocorno –  andava condivisa con la cittadinanza partendo dai presupposti ambientali ed urbanistici che sono oggi perni fondamentali per poter far nascere qualsiasi area. Invece siamo stati, come tutta la cittadinanza attiva, esclusi da qualsiasi tavolo di confronto o condivisione, venendo a conoscenza dalla stampa o da post su  Facebook delle relative modifiche o decisioni, di tutto questo susseguirsi solo due punti sono chiari l’aumento delle volumetrie e la sistematica riduzione del parco urbano. Questo – concludono – non è un percorso condiviso con la cittadinanza e non è un incontro serio per conoscere i bisogni dei cittadini, è un giro turistico ed una farsa con un fine propagandistico al quale non parteciperemo mai”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Cinisello, il teleriscaldamento arriva in centro città

Il teleriscaldamento arriva in centro città. A partire dal 22 agosto la Società Engie darà …

Lascia un commento