Home » Tempo libero » Carroponte, Emma apre la stagione estiva dei concerti
Emma Marrone

Carroponte, Emma apre la stagione estiva dei concerti

Da sin. Fabbro, Seregni, Di Stefano e Magro

Emma. ComaCose, Pero Pelù, Max Gazzè. Sono solo alcuni dei big della musica italiana che saliranno sul palco del Carroponte per la ripresa della stagione musicale estiva, dopo un anno e mezzo di stop imposto dalla pandemia.
“Aprire è stato uno sforzo di tutti organizzatori, musicisti, Comune e lavoratori del settore – ha sottolineato ieri in conferenza stampa Alessandro Fabbro di Hub Music Factory, la società che gestisce l’arena di via Granelli  -: per riuscire a far quadrare i conti con 1/10 della capienza e 30% in più di costi per normative Covid”.
“Grazie a un grandissimo lavoro di squadra tra Comune di Sesto San Giovanni, Hub Music Factory e lavoratori del settore – commenta il sindaco Roberto Di Stefano – siamo orgogliosi che i concerti e gli eventi principali della stagione ripartano dal Carroponte, luogo simbolo della nostra città scelto da molti artisti proprio per la sua particolarità, un grande spazio all’aperto accessibile in massima sicurezza e nel pieno rispetto dei protocolli anti-covid. Ora ci auguriamo che il governo accolga al più presto le richieste di noi sindaci e dei governatori per eliminare il coprifuoco, in modo da garantire una ripartenza completa”
“Sesto San Giovanni – commenta l’assessore alla Cultura, Alessandra Magro – è in prima linea, al fianco degli addetti ai lavori del settore cultura, spettacoli ed eventi che hanno sofferto parecchio in quest’ultimo anno segnato dalla pandemia. Considerato che, nel rispetto dei protocolli stabiliti dal governo avremo a disposizione un decimo della capienza abituale del Carroponte e il 30% di costi in più per le normative anti-covid, gli sforzi messi in campo da Comune e Hub Music Factory per la ripartenza sono notevoli. Ritornare a vivere gli spettacoli dal vivo significa fare un passo importante verso la normalità”.
Assomusica, che rappresenta produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, ha analizzato i numeri: da marzo a settembre dello scorso anno i concerti sospesi sono stati 4mila, con un calo del fatturato rispetto all’anno precedente che ha rasentato il 97% e una perdita di circa 700 milioni di euro, cifra cui vanno aggiunti i mancati guadagni legati all’indotto quantificati in 1,5 miliardi di Euro. Per non parlare dei costi sociali: 250 mila lavoratori dello spettacolo della musica dal vivo, per altrettante famiglie, tuttora disoccupati.
Infine, riaprire nelle difficoltà – utilizzando con condizioni limitative i 12.000 mq del Carroponte – è un messaggio alle Istituzioni deputate a predisporre un progetto legato alla ripartenza degli spettacoli dal vivo, un settore che rischia il totale tracollo se non verranno presi presto provvedimenti concreti e lungimiranti per il futuro.
Ecco perché il palco del Carroponte tornerà a vivere, da Emma a Max Gazzè, dagli Extraliscio a Piero Pelù, passando per Subsonica e le nuove realtà della musica italiana come La Rappresentante di Lista, Mecna e ComaCose, sono loro i primi nomi che rilanceranno gli show in presenza.
“Ci aspettiamo una risposta importante dal pubblico – ha aggiunto Tiziana Seregni di Hub Music Factory -. Saremo naturalmente attenti alle norme di sicurezza, ma ci  aspettiamo anche che il governo capisca noi e che durante la stagione le maglie si allarghino un po’”. Si parte infatti da mille posti a sedere con l’auspicio di salire a tremila.
Dal 23 giugno intanto si parte con le prime tre date (23, 24 e 25) di Emma per poi proseguire con concerti, eventi e manifestazioni enogastronomiche.
Il programma della stagione estiva del Carroponte è disponibile sul sito carroponte.net

Circa specchiosesto

Controlla Anche

La moglie di Dante al centro del nuovo romanzo di Marina Marazza

Un caotico vociare femmineo dirompe, stentoreo e turbinoso, da settecento anni. Quei variegati e molteplici …

Lascia un commento