Nuovo Dpcm, verso una nuova stretta sulla movida

Potrebbe contenere una ulteriore stretta sulla ‘movida’ il nuovo provvedimento del Governo. Tra le nuove limitazioni allo studio il divieto di  asporto da bar e ristoranti dalle 18 e l’estensione del divieto di spostamento tra regioni anche nelle zone gialle.
Alle tre zone (rossa, arancio, gialla) potrebbe aggiungersene una quarta: bianca, raggiungibile con un Rt sotto 0.5, in cui poter riaprire tutto (anche i musei) senza limitazioni, ma soltanto nelle Regioni gialle.
A spingere per la conferma del divieto di spostamento tra Regioni è anche il ministro della Salute, Roberto Speranza preoccupato dall’aumento dei contagi (oltre 18 mila nuovi casi e 361 vittime, con un incremento del tasso di positività salito al 13,3%). In ogni caso, il nuovo provvedimento – al quale sarà affiancato un Dl per estendere il divieto di spostamento tra le regioni – continuerà a prevedere le zone colorate e il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. Non riapriranno palestre e piscine, teatri e cinema.
Intanto da oggi quasi tutta Italia tornerà in zona gialla, tranne Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto che resteranno in arancione. La Lombardia potrebbe però tornare presto in zona rossa. “La scorsa settimana l’Rt si è improvvisamente innalzato a 1,24 – ha  spiegato il presidente della Lombardia Attilio Fontana ai microfoni di Sky TG24 – e tenendo conto dei nuovi parametri ci stiamo sicuramente avvicinando alla zona rossa”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Caro bollette, stangata da oltre 1 milione di euro per il Comune

“La stangata del caro bollette su luce e gas colpisce indiscriminatamente tutti.  Non vogliamo restare …

Lascia un commento