Home » Politica » Giunta regionale, gli obiettivi dei nuovi assessori

Giunta regionale, gli obiettivi dei nuovi assessori

Letizia Moratti

“Diamo il benvenuto ai nuovi componenti della Giunta regionale con l’assoluta convinzione che questo momento è straordinariamente importante per il nostro Esecutivo e per la nostra Regione”.
Così il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana nella conferenza stampa in cui ha presentato la sua nuova squadra di governo, di cui fanno parte la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti, l’assessore allo Sviluppo economico Guido Guidesi e l’assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Alessandra Locatelli.
“Stiamo ancora affrontando l’epidemia – ha aggiunto il governatore della Lombardia – con la nuova fase delle vaccinazioni anti-Covid. Siamo consapevoli che dall’entusiasmo, dalla determinazione e dalla coscienza nel lavoro della nostra nuova Giunta dipende il rilancio della Lombardia e dell’intero Paese”.
In apertura di conferenza stampa il presidente ha precisato che è stato firmato il provvedimento con cui viene istituita la nuova Giunta. “Ribadisco e rinnovo i ringraziamenti ai tre assessori che hanno operato in questi due anni e mezzo, Martina Cambiaghi, Silvia Pini e Giulio Gallera – ha detto il presidente Fontana – e per il contributo che hanno dato alla nostra Giunta”.
“Il mio ringraziamento – ha esordito la nuova vicepresidente della Giunta regionale Letizia Moratti – va al presidente Fontana che mi ha proposto in maniera inaspettata questo ruolo.  Intendo confrontarmi con la maggioranza e con l’opposizione in maniera convinta – ha spiegato – perché sono certa che possiamo uscire da questa emergenza se saremo tutti uniti, lavorando con medici, infermieri e con tutte le professioni sanitarie e confrontandoci con il Governo nazionale e per vincere la guerra al Covid per far ripartire la Lombardia, come la Lombardia merita. Se vince la Lombardia vince il Paese”.
“Aprirò un Tavolo di confronto con tutti i direttori generali delle ATS, delle ASST, degli operatori accreditati, dei sindacati dei medici e delle professioni sanitarie, con i presidi delle facoltà e del mondo del volontariato, sindaci del territorio” ha anticipato la vicepresidente e nuovo assessore al Welfare della Regione Lombardia. “Bisognerà – ha precisato – porre una ancora maggiore attenzione al territorio: questo l’impegno che abbiamo preso e che intendo portare avanti con determinazione”.
Rispondendo alle domande dei giornalisti, Moratti ha evidenziato la necessità di “rivedere la legge di riordino della Sanità (Legge 23) in tempi rapidi per incrementare da subito un’organizzazione strutturata che è la migliore risposta a tematiche che non devono essere viste solo nell’emergenza ma anche nella gestione delle altre patologie”.
Sul tema vaccini,  ha sottolineato: “non ho preso ancora contatto con il commissario Arcuri, il piano vaccinale prosegue nei tempi e faremo il possibile per accelerare. La buona notizia è che Moderna ha avuto il via libera da Ema: bene che la Ue abbia acquistato altri vaccini”.
“Speriamo che con queste nuove dosi – ha aggiunto – si possa incrementare il nostro Piano vaccini e lo faremo anche nel momento in cui sapremo com’è nuovo piano del governo”.
“Il compito che mi attende – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi – è assicurare sostegno per la tenuta e la salvaguardia del sistema produttivo lombardo e creare strumenti necessari per sviluppo e rilancio del sistema produttivo lombardo”.
L’assessore Alessandra Locatelli Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità si è detta “onorata ed orgogliosa di questo nuovo incarico. Mi è stato dato un grande compito. Il mio obiettivo è quello di non lasciare indietro nessuno, mettendo al centro la persona, la famiglia, e pensare alle persone più fragili, alle donne, al lavoro e alle persone con disabilità. Tra le prime cose che intendo fare è incontrare tutto quel mondo del volontariato, le varie associazioni e quelle strutture che hanno lavorato incessantemente in questi mesi, dobbiamo lavorare insieme su progetti concreti, ripartendo da prospettive nuove e con grande energia. ”
Lombardia zona arancione. Rispondendo alle domande dei giornalisti, il presidente Fontana si è infine soffermato sul recente passaggio della Lombardia a ‘zona arancione’.
“I prossimi colori delle Regioni – ha chiarito – si decideranno venerdì, quando arriveranno i risultati al Cts. Dovremo capire se l’RT e gli altri parametri che determinano il passaggio di colore peggioreranno nella prossima settimana, o miglioreranno. Nel caso in cui dovessero peggiorare, noi siamo vicini al rosso, c’è la possibilità che dal venerdì della prossima settimana, per la Lombardia scatti la zona rossa”.
“Dall’inizio di dicembre – ha proseguito Fontana – l’indicazione dei parametri che determinano il passaggio delle Regioni da una zona all’altra, è stata modificata e resa più rigorosa. I dati che non scendono indicano che dobbiamo prestare attenzione, non possiamo ritenere che il problema si sia risolto”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Vaccini anti-Covid, M5S Lombardia: Regione brava a parole ma non nei fatti

Critiche dal Movimento 5 Stelle Lombardia sui numeri lombardi della somministrazione dei vaccini anti-Covid. “I …

Lascia un commento