Lombardia zona gialla, ma per i negozi dei centri commerciali semaforo rosso

Covid: da oggi Lombardia in “zona gialla” con la riapertura di bar e ristoranti fino alle 18 e la libertà di spostamento tra Comuni e fuori Regione, ma i centri commerciali ancora sono chiusi nei weekend: “una decisione – commenta Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza – che, con la garanzia della piena sicurezza, ribadiamo debba essere rivista”. “Noi – spiega Barbieri – siamo per il pluralismo distributivo: piccola, media e grande distribuzione possono convivere e, in quest’ottica, le attività dei centri commerciali, nel periodo più importante dell’anno, non devono essere ulteriormente penalizzate”. “L’auspicio – prosegue Barbieri– è che si modifichi la norma consentendo anche ai punti vendita all’interno dei centri commerciali ancora senza la possibilità di operare, le stesse condizioni delle altre attività”. “Ci sono – conclude Barbieri – timori per gli assembramenti, ma – allo stesso modo degli altri – i negozi nei centri commerciali si sono attrezzati per rispettare tutte le norme anti-contagio. Regole certificate che vanno fatte rispettare con i dovuti controlli, perché la tutela della salute è il primo punto”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio. Plusvalenze: vere o fittizie?

Ha fatto molto scalpore la condanna inflitta ai dirigenti della Juventus e la conseguente penalizzazione di …

Lascia un commento