Home » Tempo libero » Sport » Parla Gianni Verga, nuotatore dei record: non vedo l’ora di tornare ad allenarmi
Il sestese Gianni Verga

Parla Gianni Verga, nuotatore dei record: non vedo l’ora di tornare ad allenarmi

“E’ difficile stare lontano dalla vasca. Durante il lockdown ho cercato di mantenermi in forma, facendo movimento e ginnastica in casa. Ma non è la stessa cosa, mi mancano tantissimo la Lido Azzurro di Varedo, la piscina dove mi alleno, e l’adrenalina dell’agonismo”.
A parlare è Gianni Verga, sestese, 80 anni, nuotatore dei record nella categoria Master. Con la chiusura di palestre e piscine in seguito al Dpcm del 24 ottobre, come tutti gli sportivi, ha dovuto accantonare gli allenamenti in vasca e interrompere una stagione sportiva ‘particolare’, condizionata dalla pandemia del Covid-19 e dalla recrudescenza della seconda implacabile ondata. Tuttavia le soddisfazioni in questo breve ma intenso scorcio di stagione non sono mancate e, ancora una volta, sono i numeri a parlare: 15 vittorie e 11 titoli italiani conquistati in pochi mesi.
“Ad oggi – spiega Verga –, in totale, le vittorie salgono a 1.271 e i titoli italiani a 280. Senza dimenticare le Medaglie mondiali dello scorso anno”.
Ma tra tutte le gare degli ultimi mesi, ce ne sono un paio che Verga ricorda con grandissimo affetto, entrambe a Lignano Sabbiadoro. 
Proprio nella località balneare veneta, a maggio, con i colori della società Nord Padania Varedo, lo sportivo sestese ha infatti ottenuto i suoi primi quattro titoli italiani post-lockdown . “Un’emozione fortissima – ricorda – anche perché a Lignano, a febbraio prima della brusca interruzione in seguito al primo Dpcm, avevo conquistato tre titoli italiani di Pinnato”.
Ma tante sono le vittorie conquistate in questi mesi: dagli 800 Stile libero nelle gare speciali a Brescia in ottobre, ai tre titoli italiani (200 mt Delfino, 200 mt Misti, 100 mt Delfino) di novembre ai Campionati Italiani Invernali UISP a Lignano sabbiadoro con i colori della ASA Cinisello; dai 100 mt Stile libero al XIII Trofeo Snef in dicembre, ai Campionati Invernali di Nuoto pinnato a Lignano (tre gare e tre titoli italiani nei 50 mt Stile libero, 200 mt Stile libero, 100 mt Stile e staffetta 4 x 100), per arrivare ai 200 mt misti e ai 100 mt Delfino ai Campionati Regionali a Lodi.
“Come sono le mie giornate senza il nuoto? Molto lunghe (sorride), ma capisco che in questo particolare momento storico, dobbiamo tutti fare la nostra parte, adeguarci alle regole e augurarci che passi presto questo periodo difficile e che possano ricominciare gli allenamenti. Sono fiducioso di poter tornare presto nel mio elemento naturale, l’acqua”. In attesa di conquistare nuovi traguardi e di tornare ad allenarsi alla amatissima Lido Azzurro di Varedo. “Dove sono di casa – conclude -, dove mi alleno in tranquillità e sicurezza e dove sono certo tornerò presto a prepararmi ai prossimi impegni sportivi”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Basket, l’Allianz Geas vince e convince a Battipaglia

Nella quarta giornata di campionato, domenica 18 ottobre, l’Allianz Geas passa in trasferta Battipaglia dopo …

Lascia un commento