Home » Cronaca » Covid, il Premier Conte ha firmato il nuovo Dpcm. Locali chiusi alle 18

Covid, il Premier Conte ha firmato il nuovo Dpcm. Locali chiusi alle 18

E’ arrivata nella notte la firma del Premier Conte del nuovo Dpcm (in vigore da domani al 24 novembre) con le misure restrittive anti-Covid, tra le quali la chiusura alle ore 18 di ristoranti, bar e gelaterie.
Nelle prossime ore è attesa la convocazione del Consiglio dei ministri e per le 13.30 una conferenza stampa a Palazzo Chigi per illustrare le nuove misure.
“Insieme alle misure più stringenti e uniformi che arriveranno con il Dpcm – annuncia su facebook la vice ministro dell’Economia Laura Castelli -, ci saranno subito sostegni economici per quelle categorie che subiranno delle limitazioni per fermare la diffusione del virus. Provvedimenti, a cui stiamo lavorando in queste ore, che verranno adottati in modo rapido, per assicurare ristori, indennizzi e cassa integrazione a tutte le realtà coinvolte. Più di quanto abbiamo già fatto a marzo. Sono ore molto delicate per rallentare la seconda ondata della pandemia, e tutelare la vita di ciascuno di noi. Senza mettere in ginocchio l’economia del Paese, che si sta riprendendo dopo il lockdown”.
Chiusure. Chiuderanno alle ore 18 ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie nei giorni feriali e la domenica. Stop a cinema, teatri, casinò, sale scommesse, a palestre, piscine, centri benessere e centri termali. Sospese anche le feste dopo i matrimoni.
Dad. La didattica a distanza alle superiori potrà arrivare al 75%. Saranno i presidi a decidere la quota di Dad: da questa cifra vanno salvaguardati gli alunni con disabilità e i Bes, ovvero i bisogni educativi speciali.
Spostamenti. La versione definitiva del Dpcm “raccomanda fortemente” di “non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità, per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi”. Rispetto all’ultima bozza, tuttavia, salta la specifica secondo cui era raccomandato di non spostarsi “dal Comune di residenza, domicilio o abitazione”. Non si parla inoltre di divieto di spostamento tra Regioni.
Concorsi pubblici e privati. Si potranno ancora svolgere i concorsi pubblici e privati. Nel testo del Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte è infatti saltato il divieto di svolgimento previsto nella bozza.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Contratti di affitto in via Giardini, Auser Sesto: lavoriamo in trasparenza e legalità

Dalla presidente di Auser Sesto Anna Maria Antoniolli riceviamo e pubblichiamo Un paio d’anni fa, …

Lascia un commento