Home » Cronaca » Peba, l’Associazione Sottocorno lascia il tavolo partecipativo

Peba, l’Associazione Sottocorno lascia il tavolo partecipativo

Come già anticipato lo scorso 8 luglio al sindaco Roberto Di Stefano e all’assessore Antonio Lamiranda, nei giorni scorsi l’associazione Sottocorno ha ufficializzato la decisione di ritirarsi dal tavolo partecipativo sul Peba di Sesto San Giovanni. La decisione, spiegano i rappresentanti dell’associazione, è maturata dopo la vicenda sull’abbattimento degli alberi al Villaggio Falck e “alla mancata presentazione dei tre progetti di riqualificazione che risultavano pronti, insieme al modus operandi visto durante l’interazione dei cosiddetti tavoli di condivisione”.
“Dopo poco più di un anno dalla instaurazione del tavolo – dichiarano i membri del Consiglio direttivo -, la mancanza di condivisione e di programmazione su quanto discusso rendono superficiale tale tavolo al quale abbiamo partecipato da subito con entusiasmo dedicando persone e tempo, la mancanza di rispetto al verde, il voler identificare gli interventi con la prerogativa del minor costo e non dell’intervento migliore rende inutile la partecipazione attiva. Forte – conclude il Consiglio – è la delusione poiché consideriamo tale progetto fondamentale per la riqualificazione di una città che per decenni è stata vittima di speculazioni edilizie e industriali che hanno visto distruggere il territorio e ridurre ai minimi termini la qualità della vita e dei servizi, l’aver relegato poi il tavolo partecipativo più ad un tavolo di propaganda che di condivisione, di fatto registra il fallimento delle premesse iniziali”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Ristoratori Fipe, appello al governo: fate presto o riaprire sarà impossibile

Sono oltre 10mila le persone che si sono riunite nelle 24 piazze allestite lungo tutta …

Lascia un commento