Home » Tempo libero » Sport » Pro Sesto: si apra confronto per rivedere protocolli

Pro Sesto: si apra confronto per rivedere protocolli

Amedeo Mangili

“Ci auguriamo che lo  stesso segnale di attenzione giunto dalla Lombardia, arrivi anche da Roma e da Firenze”. Lo dice Amedeo Mangili, vicepresidente della Pro Sesto, club professionistico di calcio che milita in Serie C, commentando la notizia dell’incontro avvenuto tra i vertici sanitari e sportivi della Regione Lombardia e quelli del Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti di calcio sul tema Covid in relativa gestione organizzativa. “Da giorni – spiega Mangili – il nostro Comitato Medico Scientifico, composto fra l’altro da virologi e igienisti, ha scritto alla Federazione Italiana Giuoco Calcio e alla Lega Pro per evidenziare tutte le criticità che stiamo incontrando in relazione all’applicazione dei protocolli nei quali sono previsti, tra l’altro, esami sierologici che, come dimostrato da diversi studi, risultano avere nel nostro contesto una scarsa validità diagnostica”. “L’ho detto in passato e lo ribadisco oggi – conclude il vicepresidente della Pro Sesto, che fra l’altro nei giorni scorsi ha riscontrato due atleti positivi al Coronavirus – il nostro obiettivo è quello di tutelare e garantire la salute dei nostri atleti e dell’intera collettività. Ma il modello proposto al mondo del calcio non ci convince, soprattutto se rapportato a strutture come la nostra o come molte altre che militano in Lega Pro”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Covid, Pro Sesto scrive alla FIGC: grosse criticità nei protocolli

“Importanti criticità in merito ai protocolli stilati per poter permettere la ripresa dell’attività calcistica agonistica …

Lascia un commento