Home » Politica » Sesto al primo posto, Savino Gianvecchio lascia il consiglio comunale

Sesto al primo posto, Savino Gianvecchio lascia il consiglio comunale

Savino Gianvecchio, capogruppo consiliare della lista civica ‘Sesto al primo posto’ lascia i banchi del Consiglio Comunale.  “È stata una decisione sofferta soprattutto per il periodo in cui ho dovuto prenderla, molto delicato per la nostra Città, che sta affrontando con fatica problematiche decisive per la vita dei cittadini di Sesto San Giovanni, ma mi sono reso conto che non avrei potuto dedicare il tempo e l’impegno che avrei voluto”, spiega Gianvecchio. “L’esperienza, che ho vissuto in questi sette mesi, è stata per me molto importante da un punto di vista politico e amministrativo e al contempo difficile per le scarse occasioni di partecipazione fornite dall’attuale Amministrazione nelle Commissioni e in Consiglio, pur considerando la grave emergenza che abbiamo dovuto affrontare. Cercherò comunque di continuare il mio impegno all’interno della Lista Civica e dell’Associazione ‘Sesto al Primo Posto’, perché ritengo che il progetto politico del gruppo, che ha a cuore il bene e il futuro della nostra Città, meriti di essere sostenuto” conclude Savino Gianvecchio.
A Gianvecchio succederà Chiara Floridi, nella precedente amministrazione impegnata nelle attività del Comitato Pari Opportunità. “Sono molto onorata per questo incarico, che svolgerò al meglio delle mie capacità, sperando di potere portare il mio contributo all’importante lavoro del Consiglio Comunale” dichiara Chiara Floridi. “Ringraziamo Savino Gianvecchio per il lavoro svolto all’interno del Consiglio Comunale in questi mesi – dichiara Carlo Riva, Presidente dell’Associazione ‘Sesto al Primo Posto’ – e cogliamo l’occasione per augurare buon lavoro a Chiara Floridi che, siamo certi, metterà il suo fresco entusiasmo e le grandi capacità al servizio della Città e, potendo contare sul supporto della nostra Associazione”

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Covid, Conte: possibile proseguire lo stato di emergenza

“Ragionevolmente ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo …

Lascia un commento