Scuola, intesa in maggioranza. Azzolina: concorso dopo estate

“Accordo raggiunto sulla scuola. Vogliamo ridurre il precariato, per dare più stabilità alla scuola, e vogliamo farlo attraverso una modalità di assunzione che garantisca il merito. (…) ringrazio la maggioranza: abbiamo raggiunto un importante obiettivo”.
Così su facebook il ministro all’Istruzione Lucia Azzolina. L’accordo è stato chiuso dopo il vertice di Palazzo Chigi convocato dal premier Giuseppe Conte: il concorso per i precari ci sarà ma dopo l’estate e non sarà più a crocette ma con una prova scritta.
Soddisfazione da parte del premier la cui proposta sul concorso straordinario per i docenti è stata ”accolta”.
”Bene la soluzione sul concorso straordinario per la scuola”, dichiara il ministro Azzolina‘. ”Vogliamo ridurre il precariato, per dare più stabilità alla scuola, e vogliamo farlo attraverso una modalità di assunzione che garantisca il merito. Abbiamo 78 mila insegnanti da assumere nel primo e secondo ciclo fra concorsi ordinari e concorso straordinario. Sono numeri importanti e dobbiamo fare presto”, prosegue.
Continua Azzolina: ”Ora occorre lavorare rapidamente, insieme al Parlamento, per tradurre la misura in una norma da introdurre nel decreto scuola, dimostrando che la maggioranza ha a cuore la qualità del sistema di istruzione e, di conseguenza, gli studenti, che ne sono i principali protagonisti. Stiamo rispondendo anche ad una precisa richiesta delle famiglie che vogliono, a ragione, certezze sulla qualità del nostro sistema di istruzione e sul suo futuro. Le scelte che facciamo oggi avranno infatti ripercussioni nei prossimi anni”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Accordo Salesiani Sesto-Haier Europe: presentato il laboratorio Greenhouse

Haier Europe e le Opere Sociali Don Bosco inaugurano il laboratorio “Greenhouse” presso l’Istituto di …

Lascia un commento