Home » Tempo libero » Sociale » Nasce la Banca del dono per sostenere la ripresa di Cinisello Balsamo

Nasce la Banca del dono per sostenere la ripresa di Cinisello Balsamo

L’Amministrazione comunale di Cinisello Balsamo istituisce un Fondo di Mutuo Soccorso destinato ad aiutare coloro che, più di altri, si trovano in difficoltà a causa della diffusione del coronavirus e che, soprattutto, servirà a sostenere la ripresa della vita e delle attività cittadine. L’hashtag #RicominciamoInsieme vuole sottolineare il concorso di tutti alla sua costruzione: il fondo, infatti, è aperto alla partecipazione economica dei singoli cittadini, di imprese e di associazioni che vogliano dare il loro contribuito.
“Si tratta di un “dono” che vogliamo fare ai nostri cittadini, alle attività e alla città di Cinisello Balsamo tutta – spiega il sindaco Giacomo Ghilardi -, oggi più che mai segnata da questa epidemia che sta mettendo in ginocchio famiglie e che ha portato lutti. Ma anche in questa drammatica circostanza, molti nostri concittadini, hanno saputo dimostrare generosità, tenacia, capacità di sacrificio e voglia di fare”.<
Quello della Banca del dono vuole essere uno strumento “agile” perché una parte dei fondi servirà per finanziare attività di carattere sociale, per chi si troverà in condizioni di estrema fragilità economica, l’altra parte sarà invece dedicata al sostegno delle attività economiche, soprattutto delle più piccole, con un obiettivo primario: fare il possibile per evitare la chiusura. Per partecipare alla Banca del dono del Comune di Cinisello Balsamo si può scegliere se fare una donazione:
1. con carta di credito e senza addebito di commissioni, accedendo alla pagina dedicata del sito istituzionale www.comune.cinisello-balsamo.mi.it.
2. con un versamento sul conto corrente a mezzo bonifico bancario intestato a: Comune di Cinisello Balsamo: IBAN: IT26U0306932934100000300001
Banca Intesa San Paolo. Causale: Banca del Dono
Si ricorda che per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020, in favore dello Stato, delle Regioni, degli Enti locali territoriali, di Enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 si applicano gli incentivi fiscali previsti dall’art. 66 del Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Approvata all’unanimità la Legge regionale di riordino delle GEV

Approvata all’unanimità la Legge regionale di riordino delle Guardie ecologiche volontarie. “Dopo 15 anni – commenta l’assessore …

Lascia un commento