Home » Cronaca » LILT, due ventilatori polmonari consegnati all’Ospedale San Gerardo

LILT, due ventilatori polmonari consegnati all’Ospedale San Gerardo

Sono già stati consegnati all’Ospedale San Gerardo di Monza due ventilatori polmonari. Insieme a quelli ordinati la scorsa settimana (in arrivo a giorni) salgono a 7 dispositivi destinati all’hub brianteo per il coronavirus, oltre a 20 mila mascherine chirurgiche e 1.000 mascherine filtranti (ffp2), grazie alla campagna di raccolta fondi Stop Coronavirus promossa da LILT Milano e Monza Brianza.
A rendere possibile la dotazione è stata l’azienda monzese Elesa S.p.A, riferimento internazionale per la progettazione e produzione di componenti standard in materiali plastici e metalli destinati all’industria meccanica, delle macchine e delle attrezzature industriali.
Al fianco di LILT da vent’anni, l’azienda ha risposto sì all’appello dell’associazione per donare due ulteriori dispositivi al reparto di terapia intensiva dell’ospedale del suo territorio. Un gesto generoso voluto personalmente dall’ing. Alberto Bertani, presidente di Elesa, che non ha mai fatto mancare il suo contributo alle iniziative di LILT per l’assistenza ai malati, come la storica marcia Formula Uno che si svolge a maggio in Autodromo (purtroppo annullata quest’anno) e molto sensibile al welfare aziendale (nel 2019 l’ambulatorio mobile di LILT ha fatto tappa in azienda per offrire visite di diagnosi precoce oncologica al seno alle dipendenti).
Intanto prosegue la gara di solidarietà per ospedali e malati. Il contatore di Rete del dono, la piattaforma per le donazioni online, oggi ha superato quota 85 mila euro. Sommata alle donazioni di enti, aziende e privati che hanno aderito all’appello, LILT registra un importo totale di quasi 400 mila euro.
“Abbiamo aiutato per primo l’Ospedale San Gerardo – spiega Marco Alloisio, presidente di LILT Milano e Monza Brianza -, che vive l’emergenza in prima linea e ha un vitale bisogno di respiratori e mascherine per salvare ogni giorno vite umane. Ora pensiamo all’Istituto dei Tumori di Milano, che sta garantendo le terapie oncologiche in una situazione emergenziale. L’ospedale ha bisogno urgente di mascherine per mettere in sicurezza pazienti che sono più a rischio di contagio per la loro condizione di fragilità, ma anche il personale sanitario che se ne prende cura. A breve daremo maggiori informazioni anche sull’aiuto che stiamo offrendo all’Istituto”.
Per info e per sostenere la campagna Stop Coronavirus di LILT: legatumori.mi.it

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Al Poldi Pezzoli di Milano la mostra-dossier ‘Mantegna ritrovato’

Nuvole ceree si aprono in una dissolvenza che parrebbe guidata da divina volontà; un vivido …

Lascia un commento