Home » Politica » M5S Sesto: perché convocare il consiglio comunale nonostante la proroga concessa dal governo?

M5S Sesto: perché convocare il consiglio comunale nonostante la proroga concessa dal governo?

Fa discutere la convocazione a Sesto San Giovanni del consiglio comunale ‘in presenza’ per martedì 24 marzo: all’ordine del giorno il bilancio di previsione. Critico il M5S Sesto: “Sia chiaro, di sicuro non vogliamo che la macchina comunale si fermi – sottolineano il capogruppo grillino Vincenzo Di Cristo e il consigliere Loris Galante -. Anzi, auspichiamo il massimo coinvolgimento di tutte le forze politiche nelle decisioni che riguardano la città in questo momento di crisi senza precedenti. Tuttavia, non possiamo ignorare che il decreto Cura Italia abbia previsto la possibilità per tutti i consigli comunali di riunirsi in videoconferenza e abbia differito le scadenze dei bilanci degli enti locali. Il Governo nazionale ha predisposto tutti gli strumenti necessari per ridurre al minimo il rischio di contagi tra i consiglieri comunali ed evitare le marce forzate per l’approvazione dei bilanci nei termini, ma la maggioranza sestese continua imperterrita a convocare consigli comunali in presenza (seppur senza la presenza del pubblico), nonostante le richieste accorate e unanimi delle opposizioni di prendersi più tempo per procedere in altri modi”.
E ancora: “Insomma, in questi giorni il Sindaco di Sesto ha (giustamente) chiesto ai suoi cittadini un ulteriore sforzo per evitare la diffusione della malattia e ancora non viene accolta la richiesta delle opposizioni di rimandare il consiglio comunale o di farlo in video conferenza… È come lavorare per una azienda che potrebbe applicare lo smart working – concludono il capogruppo e il consigliere M5S Sesto – ma non lo fa!”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio: Il ‘Metodo Draghi’

Un metodo di lavoro nuovo, silenzioso e solitario, niente social, zero veline, due parole in …

Lascia un commento