Smog, Di Stefano: Milano prenda esempio da Sesto e investa sul teleriscaldamento

“Il blocco totale del traffico deciso dal Comune di Milano per domenica rischia di essere solo un palliativo, una decisione puramente demagogica che non affronta i problemi legati all’inquinamento e finisce solo per danneggiare i cittadini”. Così il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano sul blocco del traffico deciso dal sindaco Sala per domenica 2 febbraio. “Se il sindaco Sala vuole combattere concretamente lo smog deve prendere esempio da Sesto San Giovanni e investire sul teleriscaldamento, sostituendo le vecchie caldaie. A Sesto si respira aria pulita, al contrario di Milano, e ci sarà un motivo. Infatti noi investiamo per risolvere le criticità, senza misure spot che non servono a nulla se non a far innervosire la gente. Sesto San Giovanni, grazie ai lavori di potenziamento, è diventata tra le città più teleriscaldate d’Italia se si guarda il rapporto tra la diffusione della rete e la cittadinanza interessata. Parliamo di oltre 63 chilometri di doppi tubi interrati, 622 edifici allacciati e 60.000 cittadini serviti dalla rete di teleriscaldamento che copre oltre l’80% della città. In questo modo si riduce sensibilmente l’inquinamento perché si eliminano gli scarichi diffusi nell’ambiente dalle singole caldaie dei condomini. Pertanto – conclude Di Stefano -, consiglio al sindaco Sala di passare ai fatti concreti con interventi che migliorano davvero la qualità dell’aria, anziché continuare a cercare di guadagnarsi un titolo sui giornali”.

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Parco Nord Milano, al via piano per recuperare le aree in stato di degrado

Il nuovo anno si apre con la pubblicazione sul BURL dell’avviso di approvazione del Piano …

Lascia un commento