Giorno della Memoria. Liliana Segre per lo Zingarelli: l’indifferenza è complice

“L’indifferenza racchiude la chiave per comprendere la ragione del male, perché quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c’è limite all’orrore. L’indifferente è complice”.
Oggi, lunedì 27 Gennaio, Giorno della Memoria e anniversario dell’apertura dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, il 27 gennaio 1945, desideriamo fare nostre le parole scelte dalla senatrice e superstite della Shoah Liliana Segre, per la sua definizione d’autore nell’edizione 2020 del vocabolario Zingarelli.
Perché l’indifferenza, ieri come oggi, è il più grande dei Mali. Il più subdolo. E indifferenti non vogliamo e non dobbiamo più essere. Perché, come scrive Liliana Segre, “l’indifferenza è complice dei misfatti peggiori”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

PNRR, tre milioni per il nuovo nido Savona

Il progetto per la riqualificazione del nido Savona è stato ritenuto idoneo ad accedere all’assegnazione …

Lascia un commento