Home » Tempo libero » Sociale » Osservatorio, riflessione post-Halloween

Osservatorio, riflessione post-Halloween

Ormai è da anni che puntualmente ai primi di Novembre assistiamoal manifestarsi di uno degli sport preferiti dagli italiani: imitare gli stranieri solo nelle stupidaggini. Mi riferisco a quella che viene chiamata “festa di Halloween”, tradizione tipica dei popoli nordici.
Ed è così che una delle più care feste della tradizione cristiana, dedicata alla meditazione ed alla riflessione sul senso cristiano della morte e della vita eterna e che anche per i non credenti e’ dedicata al ricordo delle persone care, si è trasformata in un carnevale di mostri e di fantasmi.
Il cristianesimo aveva cercato di dare un senso alla morte e alla vita eterna che riflettesse la luce della morte e della resurrezione di Gesù.
Questo purtroppo si e trasformato in una pratica che va esattamente nella direzione opposta: nel giorno in cui dobbiamo pensare nel silenzio della preghiera e del ricordo alle anime dei nostri cari, vediamo le strade e le piazze popolate di streghe, spettri, fantasmi che provocano scherzi e schiamazzi.
Spiace dirlo ma anche questo è un segno, forse piccolo ma significativo, di grande decadenza morale. Se si toglie a un popolo i suoi simboli svuotandoli di significato, questo popolo perderà la propria identità e la propria cultura. Purtroppo pare che lo scopo della società odierna sia quello di ridurre tutto a consumo e considerare il denaro come unico suo valore.
E quindi a questo punto prendiamo la ricorrenza di Ognissanti trasformiamola in una carnevalata-bis e il gioco è fatto. Così quel poco di sacro e pietoso (da pietas) che ancora riempie le menti e i cuori degli italiani, conservandoli persone pensanti e non consumatori burattini, a poco a poco potrebbe finalmente svanire.

Ciemme 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Coro Rondinella, XXIX rassegna corale culturale a scopo benefico

Il Coro Rondinella di Sesto San Giovanni, con la collaborazione con l’Ass. Naz. Alpini “Gruppo Monte …

Lascia un commento