Home » Tempo libero » Sociale » Volontariato, settimana carica di emozioni durante il gemellaggio Rampa Club-ClubCimal

Volontariato, settimana carica di emozioni durante il gemellaggio Rampa Club-ClubCimal

Il mandala realizzato l’ultimo giorno del gemellaggio

C’è una piccola ma consolidata realtà educativa sestese di ispirazione Cattolica che si occupa da anni di volontariato. È il Rampa Club, promosso da Idea Sesto Più, associazione di volontariato che promuove varie iniziative a favore della famiglia (incontri a tema, vacanze familiari, etc.).
“Da vari anni – racconta il direttore formativo dell’associazione Giulio Giambrone -, già prima di diventare docente e poi preside (dell’I.C. Anna Frank, ndr), faccio volontariato presso il Rampa Club. I ragazzi, dagli 8 e i 18 anni, svolgono presso la sede di via Gramsci, ma anche altrove, attività sportive, culturali, di studio, volontariato etc”.
Le attività del Club sono gestite da studenti o professionisti dell’Associazione e l’orientamento spirituale è affidato all’Opus Dei, una prelatura personale della Chiesa Cattolica.
Quest’anno i volontari sono stati impegnati in un gemellaggio con una realtà spagnola, il ClubCimal di Terrassa, vicino Barcellona.
Nella settimana dal 22 al 26 luglio il Rampa Club ha infatti ospitato a Sesto San Giovanni un gruppo di 16 catalani dai 14 ai 18 anni con i loro accompagnatori con l’idea di svolgere con loro un’attività di volontariato presso i Centri Diurni Disabili Magnolia e Mimosa di via Boccaccio, gestiti dall’Azienda Consortile “Insieme per il Sociale” ed appaltati alla Cooperativa Solaris. 
“I ragazzi – spiega Giambrone – sono stati accolti con grande affetto dagli educatori e dagli ospiti della struttura. Hanno svolto con loro attività manipolative e musicali e qualche lavoro di pulizia e riordino. Ci siamo anche dedicati al turismo alla scoperta dei dintorni: Milano, Monza, Como. Abbiamo perfino organizzato una gita in Veneto in un giorno di sospensione dell’attività. I ragazzi del Rampa Club sono rimasti contenti di aver conosciuto nuovi amici e di aver impiegato il loro tempo estivo in un’attività così utile per gli altri!”.
Ad accompagnarli e a coordinare le attività di volontariato Egidia Cattaneo e Miquel Font Roca (quest’ultimo accompagnatore dei ragazzi catalani). E’ proprio Egidia Cattaneo (Coop. Solaris), a raccontarci qualcosa in più di questi giorni intensi e carichi di emozioni: “Attraverso questo gemellaggio, i Centri Diurni Disabili Magnolia e Mimosa hanno vissuto una bellissima esperienza di apertura al territorio – spiega -. Del resto, il nostro intento è proprio quello di essere una realtà attiva, aperta, accogliente ed inclusiva”.
Esattamente come è accaduto durante il gemellaggio italo-spagnolo: “E’ stata una settimana ricca di emozioni – conclude Cattaneo -, i nostri utenti ci hanno chiesto “Ma quando ritornano?”. E ancora “Possiamo andare noi da loro?”.

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Coro Rondinella, XXIX rassegna corale culturale a scopo benefico

Il Coro Rondinella di Sesto San Giovanni, con la collaborazione con l’Ass. Naz. Alpini “Gruppo Monte …

Lascia un commento