Home » Tempo libero » Sociale » Volontariato, settimana carica di emozioni durante il gemellaggio Rampa Club-ClubCimal

Volontariato, settimana carica di emozioni durante il gemellaggio Rampa Club-ClubCimal

Il mandala realizzato l’ultimo giorno del gemellaggio

C’è una piccola ma consolidata realtà educativa sestese di ispirazione Cattolica che si occupa da anni di volontariato. È il Rampa Club, promosso da Idea Sesto Più, associazione di volontariato che promuove varie iniziative a favore della famiglia (incontri a tema, vacanze familiari, etc.).
“Da vari anni – racconta il direttore formativo dell’associazione Giulio Giambrone -, già prima di diventare docente e poi preside (dell’I.C. Anna Frank, ndr), faccio volontariato presso il Rampa Club. I ragazzi, dagli 8 e i 18 anni, svolgono presso la sede di via Gramsci, ma anche altrove, attività sportive, culturali, di studio, volontariato etc”.
Le attività del Club sono gestite da studenti o professionisti dell’Associazione e l’orientamento spirituale è affidato all’Opus Dei, una prelatura personale della Chiesa Cattolica.
Quest’anno i volontari sono stati impegnati in un gemellaggio con una realtà spagnola, il ClubCimal di Terrassa, vicino Barcellona.
Nella settimana dal 22 al 26 luglio il Rampa Club ha infatti ospitato a Sesto San Giovanni un gruppo di 16 catalani dai 14 ai 18 anni con i loro accompagnatori con l’idea di svolgere con loro un’attività di volontariato presso i Centri Diurni Disabili Magnolia e Mimosa di via Boccaccio, gestiti dall’Azienda Consortile “Insieme per il Sociale” ed appaltati alla Cooperativa Solaris. 
“I ragazzi – spiega Giambrone – sono stati accolti con grande affetto dagli educatori e dagli ospiti della struttura. Hanno svolto con loro attività manipolative e musicali e qualche lavoro di pulizia e riordino. Ci siamo anche dedicati al turismo alla scoperta dei dintorni: Milano, Monza, Como. Abbiamo perfino organizzato una gita in Veneto in un giorno di sospensione dell’attività. I ragazzi del Rampa Club sono rimasti contenti di aver conosciuto nuovi amici e di aver impiegato il loro tempo estivo in un’attività così utile per gli altri!”.
Ad accompagnarli e a coordinare le attività di volontariato Egidia Cattaneo e Miquel Font Roca (quest’ultimo accompagnatore dei ragazzi catalani). E’ proprio Egidia Cattaneo (Coop. Solaris), a raccontarci qualcosa in più di questi giorni intensi e carichi di emozioni: “Attraverso questo gemellaggio, i Centri Diurni Disabili Magnolia e Mimosa hanno vissuto una bellissima esperienza di apertura al territorio – spiega -. Del resto, il nostro intento è proprio quello di essere una realtà attiva, aperta, accogliente ed inclusiva”.
Esattamente come è accaduto durante il gemellaggio italo-spagnolo: “E’ stata una settimana ricca di emozioni – conclude Cattaneo -, i nostri utenti ci hanno chiesto “Ma quando ritornano?”. E ancora “Possiamo andare noi da loro?”.

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Approvata all’unanimità la Legge regionale di riordino delle GEV

Approvata all’unanimità la Legge regionale di riordino delle Guardie ecologiche volontarie. “Dopo 15 anni – commenta l’assessore …

Lascia un commento