Home » Tempo libero » Sociale » Conferenza sulle balbuzie con la fondatrice del metodo Psicodizione

Conferenza sulle balbuzie con la fondatrice del metodo Psicodizione

Si terrà martedì 25 giugno all’Hotel Abacus di Sesto San Giovanni una conferenza informativa sul tema delle balbuzie, una condizione di forte disagio, che può ridurre notevolmente la qualità di vita e l’autostima.
Non è semplice vivere da balbuzienti, non perché non si abbiano degli obiettivi da raggiungere, che si possono certamente perseguire al di là di questo disturbo, non perché si sia necessariamente soli, anzi si possono avere tanti amici – sostiene Chiara Comastri, organizzatrice dell’incontro e fondatrice del metodo Psicodizione -. Davvero faticosa, per chi vive il mondo della balbuzie, è la condizione di non riuscire a portare in vita tutto se stesso. C’è, infatti, sempre una parte che rimane celata al proprio interno. Si pensa alla balbuzie come ad un problema di linguaggio, di respirazione, di articolazione della lingua che riguarda l’aspetto prettamente meccanico, mentre il blocco che si manifesta nella parola, si presenta e viene percepito in primo luogo nella mente di chi balbetta, ovvero nel pensiero”.
Partendo dalla sua esperienza personale e proseguendo con una sua specifica ricerca, Chiara Comastri è arrivata a fondare il metodo Psicodizione e a comprendere che «tutto è allenabile anche il proprio pensiero». “Quando comprendi questo» afferma «inizi a portare in vita tutto quello che sei e vai fino in fondo”.
Di tutto questo e molto altro si parlerà il prossimo 25 giugno, dalle 18.30, con il dott. Anselmo Zoccali presso l’Hotel Abacus in via Monte Grappa 39, nel corso della conferenza informativa a ingresso gratuito in cui saranno presentati il metodo e i risultati raggiunti negli anni.
Per informazioni e prenotazione: 011.0466223, info@psicodizione.it, www.psicodizione.it

Circa specchiosesto

Controlla Anche

CRI Sesto, via al corso base per aspiranti volontari

Il prossimo 7 ottobre alle ore 21, sarà presentato, presso il Comitato di Croce Rossa …

Lascia un commento