Home » Politica » Impianti sportivi, Vincelli (Gruppo Misto): propongo una conferenza dei servizi

Impianti sportivi, Vincelli (Gruppo Misto): propongo una conferenza dei servizi

Gianmaria Vincelli

“La politica sportiva a Sesto San Giovanni è decisamente uno dei temi più trascurati dalle amministrazioni comunali uscenti degli ultimi 15 anni, gli amministratori locali non sono stati in grado né di aggiornare la disponibilità di infrastrutture spesso fatiscenti come quella in oggetto di delibera stasera, la piscina scoperta Carmen Longo ma anche le piscine De Gregorio e Olimpia, né di attivare una politica di promozione e di sviluppo della pratica sportiva”.
Così Gianmaria Vincelli, Presidente Commissione
 1 e capogruppo del Gruppo Misto, durante il suo recente intervento nel corso della seduta di approvazione della delibera sul project financing della Carmen Longo. “Per questi motivi è stato necessario per la Amministrazione attuale un censimento di tutta l’impiantistica sportiva sul territorio con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Un vero fallimento dovuto alle amministrazioni uscenti, uno smacco per tutti i cittadini sestesi. La sfida di questa amministrazione per il futuro è portare la città a godere di ottima salute sulla questione sportiva, così da diventare un modello per i comuni della Città Metropolitana. Non dimentichiamo che il futuro di qualsiasi comunità affonda le sue radici nella sua infanzia. Non a caso in questi giorni 5.000 bambini si recheranno in Vaticano da Papa Francesco a parlare di sport e dei valori che veicola: gioia e divertimento, inclusione sociale, formazione ed educazione.
Ripeto, è necessario preservare la funzione educativa e sociale della pratica sportiva, fattore fondamentale per la crescita della comunità. Gli sportivi a Sesto si rivolgono ad associazioni senza scopo di lucro che si sono assunte l’onere di garantire un servizio di valore sociale, sanitario ancor prima che aggregativo.
Convinti all’inizio della nostra legislatura di valorizzare l’associazionismo sportivo esistente in sinergia con gli organi istituzionali, abbiamo ideato una filosofia e un approccio diverso per la Consulta dello Sport cittadina. Un approccio rivelatosi vincente. Crescere Insieme con lo Sport è il motto di questa amministrazione.
Il movimento sportivo cittadino cresce e si sviluppa soprattutto grazie all’attività di creazione di una rete tra le associazioni. Fondamentale in tal senso il coordinamento della Consulta dello Sport che ha affiancato una progetto di dopo-scuola sportivo nelle scuole primarie, avendo la scuola, i genitori e le associazioni come interlocutori privilegiati. Ma non solo, feste, eventi formativi e convegni realizzati sul tema contribuiranno ancor di più in futuro alla promozione dell’attività sportiva presso i più giovani”.
Nel suo intervento Vincelli si è soffermato infine sull’aspetto energetico, la sfida per il futuro. “La sfida per il futuro – ha ribadito – sarà la rigenerazione degli impianti esistenti pensando alla loro sostenibilità economica e al loro efficentamento energetico. L’impianto sportivo necessita di un considerevole fabbisogno energetico e ottenere una ottimizzazione dei consumi rappresenta oggi una opportunità e al tempo stesso una necessità per la gestione di una struttura sportiva, sostenibile anche economicamente”.
Vincelli è quindi tornato all’ordine del giorno e al progetto di riqualificazione della Carmen Logno, che per anni ha rappresentato un punto di riferimento per la comunità di Sesto San Giovanni. “Restituire questi spazi da tempo abbandonati agli abitanti assume oggi un significato sociale, non rappresenta solo una mera sfida progettuale. L’intento del progetto è quello di rigenerare insieme all’attività natatoria estiva un sistema vitale di aggregazione pubblica che possa vivere tutto l’anno, restituendo alla città uno spazio collettivo di carattere ludico del tutto nuovo per l’area.
Il progetto prevede la riqualificazione completa dell’area piscina esterna e dei corpi di fabbrica di servizio con l’integrazione di attività nuove quali spazi multifunzionali sportivi, aree verdi, ristorazione, bar. Un progetto che garantirà un elevato livello di comfort termico e acustico, in conformità ai regolamenti di legge tra i quali il testo unico regionale sull’efficienza energetica degli edifici.
Siamo fiduciosi che l’attuale notevole impegno dell’Amministrazione nella riqualificazione degli impianti cittadini obsoleti, la piscina scoperta Longo, quelle coperte De Gregorio e Olimpia, il ritorno del centro Falck ad una vocazione più sportiva e la realizzazione di futuri impianti, darà una risposta concreta al futuro sportivo di questa città”.
E rilancia l’idea di un tavolo di confronto sulle tematiche dello sport a 360°. “A partire dalle sfide – continua -. Dovremmo partire da una analisi dei bisogni sportivi cittadini per realizzare un piano di riqualificazione e di ampliamento delle infrastrutture e rispondere alle esigenze di associazioni e praticanti senza trascurare le discipline sportive “minori”. Quindi pensare alla realizzazione di un Centro di avviamento allo sport per l’infanzia, che consentirebbe alle scuole di proporre corsi di attività motorie e di avviamento allo sport con l’ausilio di istruttori qualificati. E ancora pensare alla introduzione di un voucher sport per bambini dai 6 ai 10 anni, anche attraverso convenzioni tra l’ente locale e le aziende, nell’ambito del welfare sussidiario per le famiglie sestesi e realizzare accordi e convenzioni con federazioni sportive e con il CONI, affinché Sesto San Giovanni possa essere promossa Città Sportiva Europea e diventare sede di campionati internazionali”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Caponi (SNC): per noi fondamentale il valore dell’etica in politica

A distanza di un mese dall’annuncio da parte del presidente di Sesto nel Cuore, Gianpaolo …

Lascia un commento