Il bilancio previsionale finanziario arriva in consiglio comunale

Gianmaria Vincelli

Da Gianmaria Paolo Vincelli, Presidente Commissione 1 Bilancio, Affari istituzionali, Polizia Municipale e Partecipate del Comune di Sesto, riceviamo e pubblichiamo.

“Vorrei condividere con i lettori che non hanno avuto modo di seguire la seduta di consiglio comunale del 26 marzo, di conoscere i dettagli della discussione. A questo fine mi sento di condividere con mia relazione di commissione sul bilancio previsionale finanziario 2019/2020/2021, presentata in sala consiliare”.

Gianmaria Paolo Vincelli

“La giunta Comunale in data 4 marzo ha approvato il bilancio previsionale finanziario per gli anni 2019/2020/2021 che verrà discusso e approvato in questa seduta consiliare. In data 5 marzo 2019 gli uffici di ragioneria comunale nella persona della D.ssa Pecora hanno trasmesso documentazione al collegio dei revisori. In data 13 marzo lo stesso collegio dei revisori esprimeva pareva favorevole avendo rilevato congruità, coerenza e attendibilità contabile delle previsioni contenute nel bilancio previsionale.
Tutta la documentazione completa del parere favorevole dei revisori è stata trasmessa a tutti i consiglieri comunali nei tempi previsti per la discussione per le sedute di commissione e consiglio comunale.
La seduta di commissione di bilancio, da me presieduta, è avvenuta in data 20 marzo ore 18,30 ed è finita alle 19,30 per esaurimento di richiesta di spiegazioni. Un’ora impegnativa ed esaustiva, grazie alle slide presentate dall’assessore e al contributo degli uffici di ragioneria, non sono state riscontrate difficoltà di apprendimento su quanto esposto.
Questo Bilancio previsionale parte da un Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale che vede un disavanzo di amministrazione da ripianare pari ad euro 26.283.701,93; per gestione ordinaria euro 10.188.129,02; disavanzo da riaccertamento straordinario euro 11.510.234,53; debiti fuori bilancio euro 4.566.520,63.
Già nel 2021 il disavanzo scenderà a euro 10.692.342,32 grazie anche alle dismissioni delle farmacie. Si segnala un importante intervento sui debiti verso i fornitori dai 14 milioni ereditati si passano ai 5 milioni attuali.
In previsione è stato aumentato del 35% l’accantonamento del Fondo Crediti di Dubbia esigibilità. Nel 2018 le entrate correnti si sono assestate a 79.794560,11 e la previsione al 2019 è di euro 80.130.141.
Nel 2018 le spese correnti si sono assestate a 76.514.106,44 al netto del FCDE e si ha una previsione di spese per 75.414.855,64 sempre al netto di FCDE (Fondi credito di dubbia esigibilità).

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Regionali: Confcommercio Lombardia incontra i candidati presidente

In vista delle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio, venerdì 20 gennaio il presidente …

Lascia un commento