Vincelli: le commissioni in sala giunta un segnale forte

Gianmaria Vincelli

“Con le ultime due commissioni consiliari aperte al pubblico e ospitate in sala giunta, l’Amministrazione comunale ha voluto dare un segnale forte, di cambiamento. Penso alla Commissione consiliare del 5 febbraio con all’ordine del giorno i PEBA e il piano di eliminazione delle barriere architettoniche. E a quella precedente, del 30 gennaio, sulla legge regionale 18 del 6 dicembre 2018, in materia di video-sorveglianza nei nidi e micronidi”.
A parlare è Gianmaria Vincelli, presidente della Prima Commissione consiliare. “Nella seduta del 30 gennaio abbiamo affrontato un tema delicato e di estrema attualità. Quello del controllo sulla sicurezza degli asili nido e della formazione del personale educativo, percorrendo alcuni fasi itineranti che hanno portato a legiferare la legge regionale 18 del 6 dicembre 2018 ‘Iniziative a favore dei minori che frequentano nidi e micronidi’. Proprio all’art.1 troviamo l’oggetto e la  finalità della legge stessa, volta al concorrere al benessere e tutela dei minori che frequentano detti luoghi, facendo riferimento alla convenzione dei diritti del fanciullo fatta a New York il 20 novembre 1989”.
Alla commissione sono intervenuti il funzionario Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità di Regione Lombardia d.ssa Giovanna Corvetta, la consigliera regionale e prima firmataria della proposta di legge Silvia Sardone, l’assessore comunale all’Educazione e politiche per l’infanzia Roberta Pizzochera, il comandante della Polizia locale Fabio Brighel e l’ufficiale di Polizia Locale Giuseppe Curcio e l’Avv. Crupi, chiamata a dare un parere tecnico e giuridico sulla privacy.
Questa legge, ha ricordato la d.ssa Corvetta, vuole proporre iniziative e interventi a 360 gradi di formazione e sensibilizzazione per gli operatori dei nidi e micronidi ma anche nei confronti delle famiglie affinché possano accorgersi degli eventuali segnali di disagio manifestati dai loro figli. “Stiamo adoperandoci per i provvedimenti attuativi di questa legge – ha sottolineato la funzionaria regionale -, quindi stiamo lavorando su delle linee di indirizzo che poi trasferiremo alle ATS che, a loro volta, poi definiranno delle modalità attuative tramite bandi o manifestazioni di interesse per poter porre in essere tutte le attività di formazione e informazione. La legge poi prevede inoltre la possibilità di aderire a dei contributi per l’installazione di sistemi di video sorveglianza, il tutto in accordo con le rappresentanze sindacali e nel rispetto della legge sulla privacy”.
La dotazione finanziaria è di 150 mila euro sulla parte corrente (2018), 150mila euro sul 2019 e 300mila euro per il finanziamento dei servizi di videosorveglianza.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Elezioni Cusano, Valeria Lesma candidata del centrodestra 

Valeria Lesma correrà per il rinnovo del mandato di sindaco di Cusano Milanino alle prossime …

Lascia un commento