Home » Cronaca » Trasporti » Cinisello, ‘sbinamento’ linea M5. Ghilardi: guardiamo al futuro

Cinisello, ‘sbinamento’ linea M5. Ghilardi: guardiamo al futuro

Si tratta di un progetto importante per la nostra città che guarda al futuro e che ci vedrà come protagonisti. Cinisello Balsamo finalmente sarà interessata da fermate della metropolitana che potranno offrire un reale servizio a studenti, lavoratori e permettere il rilancio del nostro territorio dal punto di vista imprenditoriale e, perché no, anche del turismo”. Con queste parole il sindaco Giacomo Ghilardi ha commentato il progetto dello sbinamento della linea M5 verso Bresso-Cusano Milanino e Cinisello Balsamo, presentato dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Stefano Buffagni, nell’incontro pubblico di sabato 9 febbraio.
Quattro ipotesi di lavoro per un progetto che ad oggi si trova in una fase embrionale: c’è lo studio di fattibilità tecnica che è stato commissionato da Regione Lombardia a MM. I costi dell’opera potrebbero essere compresi tra i 300 e i 500 milioni di euro. Il progetto prevede in sostanza lo sbinamento, ossia il raddoppio, della linea M5 da Bignami, oltre che sull’asse Cinisello Balsamo – Monza, anche in direzione di Bresso, Cusano Milanino per poi arrivare nuovamente a Cinisello Balsamo.
In tre casi su quattro si prevede che la linea passi al di sotto della Montagnetta del Parco Nord per poi attestarsi lungo la via del campovolo a Bresso, in direzione prima di Cusano e poi nell’area a Nord di Cinisello Balsamo. L’ipotesi più accreditata prevede 5 fermate, di cui due sul suolo bressese, una terza al confine tra Cinisello Balsamo e Cusano, più o meno all’altezza del giardino Petrarca, le due successive lungo il viale Togliatti, all’altezza dell’incrocio con via XXV Aprile e all’incrocio tra via Aldo Moro e via Alberti.
Altra ipotesi considerata fattibile è quella che prevede sempre due fermate lungo la via del Campovolo di Bresso, una terza a Campo dei Fiori a Cinisello Balsamo, la quarta tra la Alessandrina e via Aldo Moro per finire con il capolinea attestato in via Cilea, nella zona del campo sportivo.
Mentre per il tracciato principale della M5, quello verso Monza, il governo ha stanziato tutti i fondi necessari alla sua realizzazione, per questo secondo ramo siamo in una fase iniziale della progettazione – spiega il sindaco Ghilardi – i Comuni dovranno fare la loro parte per finanziare i costi del secondo step di progettazione, quello di fattibilità tecnico-economica, indispensabile per valutare il rapporto tra costi e benefici”. Come Amministrazione comunale stiamo mettendo le basi per lo sviluppo del trasporto della mobilità e del trasporto pubblico. Stiamo parlando di un utenza potenziale di 200/300mila passeggeri. Mi auguro che queste grandi opere vedano le istituzioni e le tutte le forze politiche unite, perché senza ostilità e strumentalizzazioni si possa lavorare per il raggiungimento di un obiettivo comune. M5, biglietto unico, sbinamento sono progetti di importanza fondamentale, con forza e nei tempi giusti ci impegneremo per portarli avanti” ha concluso il sindaco.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

TPL, Siria Trezzi: l’integrazione tariffaria priorità della Città metropolitana

“Le oltre 150 lettere che ci sono giunte nelle scorse settimane dai Sindaci interessati, hanno …

Lascia un commento